Il ritardo di due minuti all'aeroporto gli ha salvato la vita

Il ritardo di due minuti all'aeroporto gli ha salvato la vita

Questa storia tragica fa venire i brividi per le coincidenze del destino.

Domenica 10 marzo 2019 Antonis Mavropoulos doveva prendere il volo per Nairobi. E doveva imbarcarsi proprio sul Boeing 737 MAX, l’aereo della Ethiopian Airlines che si è schiantato sei minuti dopo il decollo.

Antonis Mavropoulos ha condiviso la sua storia su Facebook.

“Il mio giorno fortunato”

Quando sono arrivato, il gate era chiuso ed ero l’unico passeggero rimasto. Ho protestato affinché mi consentissero l’imbarco, ma non me l’hanno permesso”, ha raccontato Antonis Mavropoulos nel suo post su Facebook intitolato “Il mio giorno fortunato”.

Leggi anche
Attenzione: ecco cosa indicano queste lettere sulla carta d’imbarco

Alle 10:50 stavo per prendere il volo successivo, quando due agenti della sicurezza mi hanno detto che l’imbarco non era consentito. Mi hanno spiegato che dovevo ritenermi fortunato, perché ero l’unico passeggero che non era salito a bordo dell’aereo disperso”.

Ti riveliamo tutti i dettagli nel video!

• Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri