Il numero di ripetizioni non ha alcun impatto sulla crescita muscolare

Il numero di ripetizioni non ha alcun impatto sulla crescita muscolare

Non è il numero delle ripetizioni a fare la differenza durante l'allenamento, ma la durata del singolo movimento.

Spesso durante l'allenamento ci si concentra quasi esclusivamente sul numero di ripetizioni. Ma c'è un fattore molto più importante se si vogliono raggiungere dei buoni risultati: la durata del singolo movimento e la tensione alla quale viene sottoposto il muscolo.

Tale durata è infatti responsabile della crescita muscolare e dello sviluppo della forza. Secondo gli ultimi risultati di alcune ricerche, la durata del tempo in cui il muscolo allenato è sotto sforzo dovrebbe essere tra 60 e 120 secondi durante l'allenamento intensivo.

Leggi anche
La top 5 degli esercizi peggiori: attenzione a come li fai!

Se si riesce ad andare oltre la soglia dei 120 secondi, si può aumentare il peso o cercare un esercizio più complesso per aumentare l'efficacia dell'allenamento. Sarebbe molto utile, per questo tipo di esercizi, dotarsi di un cronometro, in quanto, appunto, la durata dei movimenti conta molto più che la singola ripetizione.

Insomma, 20 ripetizioni o due ripetizioni possono avere lo stesso effetto - se il tempo di allenamento è lo stesso. Un esercizio esempio in tal senso viene dai pull-up: 20 pull-up di 5 secondi eseguiti in modo pulito e un pull-up lento che dura 60 secondi (30 secondi in alto, 30 secondi in basso) contribuiscono alla crescita dei muscoli nello stesso modo.

• Tommaso Longhi
Continua a leggere