Il ritrovamento di una balena in una foresta

Il ritrovamento di una balena in una foresta

Una gigantesca balenottera di circa 10 tonnellate è stata ritrovata spiaggiata nel cuore di una foresta brasiliana. Gli studiosi stanno cercando di capire come possa essere finita lì, nel mezzo della giungla dell’isola di Marajo alla foce del Rio delle Amazzoni.

Attualmente ad occuparsi dell’animale ci sono alcuni zoologi della ONG Bicho D’Agua Institute che hanno spiegato al Mirror:

Non siamo ancora sicuri ma crediamo che la balena stesse nuotando in prossimità della costa e che la marea, molto violenta negli ultimi giorni, la possa aver trasportata fino alla foresta. Stiamo raccogliendo quante più informazioni possiamo ottenere identificando i segni e le ferite sul corpo per vedere se è stato catturata con una rete o colpita da una barca”.

Lo scheletro dell’animale comunque verrà smantellato e conservato in un museo di storia naturale nella città di Belem.

Strani ritrovamenti

Leggi anche
Megattera salva una biologa marina da uno squalo tigre

Negli anni ci sono stati diversi ritrovamenti insoliti di animali. Uno di questi è del maggio del 1988 quando un pescatore di nome Ted Tucker si imbattè in un blob fibroso sulle rive di una spiaggia delle isole Bermuda.

L’organismo fu descritto come estremamente rigido e di colore bianco, con cinque parti distinte. Il blob delle Bermuda aveva delle caratteristiche comuni con altri globsters famosi, cioè non aveva occhi, bocca o altre caratteristiche sufficienti per riuscire a classificarlo definitivamente. Sette anni dopo la scoperta iniziale si è dimostrato essere solo dei resti di una balena malata.

Fonte: Tpi

Eleonora Sanna
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri