Shell on Challenge: la nuova sfida pericolosa e stupida degli adolescenti americani

Shell on Challenge: la nuova sfida pericolosa e stupida degli adolescenti americani

La nuova sfida alla moda potrebbe avere gravi conseguenze sulla salute degli adolescenti. Le immagini diffuse in rete, che potete vedere nel video, ne sono la prova.

Dopo la "Bird Box Challenge", la "Fire Challenge" o la "Zoom Challenge", una nuova sfida tanto pericolosa quanto stupida è appena nata oltreoceano. Chiamata "Shell on challenge", consiste semplicemente nel mangiare un alimento... con il suo "guscio", in altre parole, la sua buccia o il suo imballaggio.

Dopo un inizio su Snapchat, la "Shell on challenge" si è rapidamente diffusa su altri social network, come Instagram o Twitter, come puoi vedere nel nostro video qui sopra. E mentre a prima vista può sembrare innocua, i rischi per la salute di chi lo fa non sono assenti. "I materiali organici come le bucce di frutta non sono solitamente pericolosi. La scorza è spesso usata nelle ricette (scorza di limone), ma si tratta di pezzi di buccia", ha spiegato il dott. Max Plitt in un’intervista al New York Post, citata da Health Magazine.

Leggi anche
La reazione di un ragazzo quando scopre che cosa nascondeva la sua partner di ballo

Ma l'imballaggio in plastica è ovviamente un problema. "Mangiare la plastica può essere pericoloso. Il BPA (bisfenolo A) è noto per influenzare gli ormoni e le sostanze chimiche contenute nel PVC, come il cloruro di vinile, sono state associate al cancro", ha precisato il dott. Max Plitt. Tra le bucce degli alimenti che non sono sempre commestibili e gli interferenti endocrini presenti nelle confezioni, in generale, non è proprio l’ideale.

"La cosa mi preoccupa di più perché tutto quello che mangi e che non è destinato a essere digerito può soffocarti", lamenta la dottoressa Danelle Stabel, intervistata da ABC News. "Il rischio di soffocare è la cosa più importante per me, e ancora una volta, tutto questo non è fatto per essere digerito, dipende dalla dimensione del morso."

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri