Norvegia: scoprono una "balena spia" inviata dalla Russia (VIDEO)

Norvegia: scoprono una "balena spia" inviata dalla Russia (VIDEO)

Una balena beluga scoperta al largo della Norvegia la scorsa settimana potrebbe essere stata addestrata per scopi militari dall'esercito russo.

La Russia invia balene per spiare l'Europa? Se l'idea può sembrare un po’ inverosimile, i sospetti sono molto reali. I pescatori norvegesi hanno fatto una scoperta estremamente inquietante a Ingøy, nel nord del paese: un beluga equipaggiato con una strana imbracatura che navigava vicino alla costa, come mostra il video sopra all'articolo, girato dai pescatori

L'equipaggiamento trasportato dall'animale serviva chiaramente per tenere un'arma o una foto o un dispositivo di registrazione video ed era contrassegnato come " Equipment of St. Petersburg” (Equipaggiamento di San Pietroburgo). È stato sufficiente per gli esperti della marina norvegese per sospettare che fosse stato addestrato e mandato "sul campo" dall'esercito russo.

Soprattutto perché il comportamento del beluga ha destato rapidamente sospetti. Anche se la specie è considerata molto paurosa, questo ha messo presto la testa fuori dall'acqua e si è perfino lasciato accarezzare il naso. Uno dei pescatori presenti quel giorno ha dichiarato ai media norvegesi NRK che l'animale sembrava addomesticato e molto abituato alla presenza umana.

Sospetti fondati? 

Leggi anche
Questi delfini fanno il "moonwalk"!

Un altro dettaglio inquietante: il beluga ha iniziato a tirare le cinghie e le corde ai lati delle barche. Un dettaglio che potrebbe significare, secondo gli esperti della marina norvegese, che l'animale è stato addestrato come parte di un programma creato dall'esercito russo. "Se questa balena viene dalla Russia - e ci sono buone ragioni per crederlo - allora non sono stati gli scienziati russi, ma la marina", ha detto Martin Biuw, dell’Istituto di ricerca marina della Norvegia, in dichiarazioni citate dal quotidiano britannico The Guardian.

Lo stesso Guardian ricorda che se le informazioni fossero confermate, non sarebbe la prima volta. Negli anni '80, l'esercito dell'URSS ha lanciato un programma di addestramento per i delfini per usare i loro sensi acuti e l'eccellente memoria per rilevare le armi sottomarine. Un programma che ha cessato di esistere negli anni '90, ma a cui la Russia non sembra aver mai rinunciato. Come riportato dalla televisione russa Zvezda, la Marina russa ha recentemente addestrato balene bianche, foche e delfini tursiopi in acque polari per scopi militari.

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri