La prova che gli elefanti asiatici sanno svolgere le operazioni matematiche

La prova che gli elefanti asiatici sanno svolgere le operazioni matematiche

Un esperimento realizzato dagli scienziati giapponesi mostra che gli elefanti dell’Asia sanno contare. Hanno dato prova di una logica matematica più simile a quella degli uomini che a quella di qualsiasi altra specie animale.

Il cervello degli elefanti è molto misterioso: è risaputo che abbiano una buona memoria, ma sono conosciuti anche per… le loro capacità matematiche. È ciò che risulta da uno studio realizzato dai ricercatori giapponesi della SOKENDAI, società giapponese di promozione della scienza. Secondo gli scienziati, l’elefante dell’Asia avrebbe doti matematiche di gran lunga migliori rispetto agli altri animali.

In questo studio, gli esperti mettono in evidenza le prodezze dei pachidermi in ambito matematico: sarebbero capaci di contare come fanno gli uomini. Nel Journal of Ethology, Naoko Irie e i suoi colleghi hanno dimostrato che i pachidermi asiatici sanno contare anche fino a numeri alti e sanno quantificare gli oggetti che vedono.

Più di due terzi dei test superati

Per testare le capacità degli elefanti, Irie e i suoi colleghi hanno sviluppato un nuovo metodo per misurare fino a che punto i pachidermi possono riconoscere le quantità. La protagonista dello studio è Authai, elefante femmina asiatica di 14 anni, che vive nello zoo di Ueno, in Giappone.

Il principio del test è spiegato nel video! E i risultati sono stati sorprendenti!

Una capacità che caratterizza solo gli elefanti asiatici

Leggi anche
Un elefante attacca un autobus per fare uno spuntino

Abbiamo osservato che la performance dell’animale non era alterata dallo scarto tra i numeri presentati. Tuttavia, come per gli uomini, l’elefante aveva bisogno di più tempo per fare la scelta giusta nel caso in cui la differenza tra i numeri presentati fosse maggiore” spiega Naoko Irie.

Questo studio mostra la prima prova sperimentale che gli animali non-umani possiedono caratteristiche cognitive identiche a quelle degli uomini” continua Irie, che precisa che questa facoltà non è tipica degli elefanti africani, dato che le due specie si sono divise quasi 7 milioni di anni fa.

Eleonora Sanna
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri