Holter ECG: definizione, funzionamento e rischi di questo esame cardiaco

Holter ECG: definizione, funzionamento e rischi di questo esame cardiaco

L’Holter ECG è un esame che serve a registrare l’attività elettrica del cuore per 24 ore. Si realizza per individuare eventuali disturbi cardiaci.

Cos’è un Holter ECG e quando è indicato?

L’HolterECG serve a studiare il funzionamento del cuore. Al contrario dell’elettrocardiogramma classico (ECG) che dura qualche minuto, l’holter permette di seguire l’attività del cuore per 24 ore.

Quest’esame è indicato in cardiologia in pazienti che presentano disturbi cardiaci come tachicardia (ritmo cardiaco troppo elevato), brachicardia (ritmo cardiaco troppo debole) o palpitazioni. Può essere realizzato in caso di dolori toracici, affanno o vertigini.

Infine, l’Holter ECG permette di monitorare, nella loro vita quotidiana, i pazienti colpiti da infarto del miocardio (attacco cardiaco), portatori di stimolatore cardiaco (pacemaker) o che prendono antiaritmici.

Come si svolge l’Holter ECG?

Il termine Holter ECG indica il nome dell’esame e quello dell’apparecchio utilizzato per registrare l’attività del cuore. L’apparecchio, anche chiamato registratore, è piccolo e discreto: pesa circa 150-200 grammi ed è installato dal cardiologo. Sul torace del paziente vengono posizionati diversi elettrodi che catturano l’attività del cuore e che sono collegati attraverso i cavi al registratore che il paziente porta a tracolla. Dopo 24 ore, il paziente restituisce l’apparecchio al cardiologo e gli elettrodi vengono tolti. La registrazione verrà analizzata al computer.

Il cardiologo valuta i risultati e li commenta insieme al paziente, indicando eventuali tachicardie o palpitazioni che potrebbero essere la causa di dolori toracici o di altri sintomi. L’individuazione del disturbo cardiaco permette di prescrivere il trattamento appropriato per evitare complicanze e ricadute: trattamento medico, posizionamento di pacemaker, chirurgia.

Quali sono i rischi e le precauzioni da prendere quando di realizza un Holter ECG?

Durante le 24 ore di registrazione, il paziente deve vivere normalmente e rispettare le proprie abitudini, compreso lo sport. Tuttavia non può fare la doccia o il bagno.

Leggi anche
Ecco ciò che succede al tuo corpo se non bevi alcol per un mese

Il paziente che segue un trattamento medico deve informare il cardiologo perché alcuni farmaci possono alterare i risultati dell’esame. Il cardiologo può inoltre prescrivere un farmaco che migliora l’efficacia dell’Holter ECG. Quest’esame è indolore e non presenta alcun rischio per la salute.

Giada Di Matteo
Nessuna connessione
Verificare i parametri