Un frammento della mandibola di Hitler rivela uno dei suoi segreti

Un frammento della mandibola di Hitler rivela uno dei suoi segreti

Molti misteri circondano la morte di Adolf Hitler. Un medico forense francese, Philippe Charlier, ha potuto analizzare le ossa e i denti del dittatore.

Se andate a Berlino, in cerca del luogo in cui Hitler si è suicidato, non troverete nulla. Si è ucciso in un bunker, sottoterra. Sopra c’è un semplice parcheggio e niente lascia pensare che un evento storico del genere sia successo solo qualche metro più in basso delle auto presenti.

La morte di Hitler, nonostante sia completamente invisibile nel paesaggio berlinese per non creare raggruppamenti fascisti e nazisti, è rimasta nella storia per numerosi misteri.

Philippe Charlier, medico forense francese, conosciuto in tutto il mondo, ha potuto analizzare i resti dell’autore dell’olocausto. Ha recuperato un frammento di cranio e qualche dente dalla Russia per sapere di più su Hitler e scoprire se questi resti sono quelli del nazista.

Leggi anche
Questo ragazzo cucina 173 uova contemporaneamente nel microonde

Le teorie sulla morte di Hitler 

Non esiste alcuna foto della salma di Hitler e negli anni si sono susseguite numerose teorie sulla sua fuga in Argentina o in Giappone. Tutto ciò perché Stalin aveva detto a Churchill che i Russi non avevano trovato il corpo di Hitler. Un documentario diffuso da France 2 prova che i Russi mentivano e che erano effettivamente in possesso della salma del nazista.

I risultati degli esami provano che i denti sono quelli di Hitler. È quindi morto nel 1945, nel suo bunker, probabilmente con una pallottola in testa. Tuttavia, i denti mostrano un’altra cosa. 

Ti sveliamo tutti i dettagli nel video!

• Tommaso Longhi
Continua a leggere