Cimici d'acqua giganti: perché ci invadono e come eliminarle

Cimici d'acqua giganti: perché ci invadono e come eliminarle

La cimice d’acqua non è un insetto molto conosciuto, ma dovrebbe esserlo, data la sua puntura dolorosissima e la spaventosa capacità predatoria.

Le cimici d’acqua giganti sono insetti abbastanza comuni. Può capitare di imbattersi in questa specie, camminando in un terreno secco. Nonostante siano animali tipicamente acquatici, questi insetti hanno forti ali e volano. Di notte, sono soliti essere attratti dalla luce, motivo per cui li si trova disorientati in città.

Abitudini delle cimici d’acqua giganti

Le cimici d’acqua appartengono alla famiglia Belostomatidae, e contano circa 150 specie diverse, che possono toccare anche i 15 centimetri di lunghezza. Se si ha paura già delle cimici normali, figuriamoci di queste! L’ habitat di questo insetto è abbastanza variabile: sponde di fiume, cascate, e aree umide con corsi d’acqua dalle correnti deboli.

Le cimici d’acqua giganti si trovano spesso fuori dal loro habitat naturale, gli ambienti acquatici. Gli esemplari adulti vengono avvistati, in volo, in cerca di una compagna o di altri esemplari. La loro attività è soprattutto notturna, usano la luce per orientarsi, muoversi, ma, prima di entrare in contatto con l’uomo, erano sufficienti le luci della luna e delle stelle.

L’attacco

Questo insetto, che può arrivare fino a 15 cm, ha enormi pungiglioni, usati per iniettare enzimi digestivi; è capace di catturare o cacciare animali impressionanti. Nel 2011, Shin-Ya Ohba, studioso giapponese dell’insetto, ha osservato per la prima volta una cimice d’acqua gigante che cacciava e mangiava una tartaruga.

Dai suoi attacchi si evince una strategia di caccia sofisticata e intelligente, queste cimici fanno delle imboscate, e riescono così a raggiungere le prede, iniettano il veleno digestivo, aspettano alcuni minuti, e si nutrono di ciò che resta.

È spaventoso che non si nutrano solo di piccoli pesci o insetti minori o esseri in putrefazione, essendo anche capaci di abbattere piccole tartarughe, serpenti, oche, altre creature di tali dimensioni. Non è difficile trovare storie in cui gli uomini hanno riportato punture di cimici d’acqua, patendo dolori infernali,  simili a calci di cavallo.

Temi ricorrenti che compaiono negli studi su questo animale sono il coraggio e l’ intraprendenza durante la caccia, oltre la completezza e la complessità morfologica che presentano, avendo, tra le molteplici abilità, il camuffamento , che fa sì che si mimetizzino facilmente, tra le foglie cadute degli alberi.

Leggi anche
Al ritorno dalle vacanze, il medico scopre l'origine del suo dolore al braccio

Sono conosciute per fingersi morte quando si rendono conto della minaccia di un predatore molto più grande di loro, come gli esseri umani. Per aumentare l’effetto e cercare di non farsi cacciare, le cimici d’acqua spruzzano un fluido dall'ano per confondere l’avversario.

Importanti per l’ecosistema

Il comportamento di questo insetto ricorda i ragni ma le cimici tendono a fare tuto sott’acqua. La specie respira come molti altri insetti acquatici, grazie a bolle d’aria che riescono a mantenere nel corpo. Sebbene il loro comportamento e apparenza siano per molti spaventosi, le cimici d’acqua giganti hanno un ruolo fondamentale nell’ecosistema di cui fanno parte. La loro versatilità di caccia e dieta fanno sì che l’ambiente in cui vivono sia libero da specie invasive. Ohba, in uno degli articoli da lui pubblicati, racconta che si possono conservare ecosistemi interi con l’aiuto delle cimici d’acqua giganti.

Scopri le immagini di questo incredibile insetto nel video qui sopra! 

(Fonte: National Geographic)

Eleonora Sanna
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri