Cosa causa l'emicrania? Come si cura?

Cosa causa l'emicrania? Come si cura?

L’emicrania è una forma di mal di testa che si manifesta attraverso crisi più o meno intense. Nell’emicrania con aura, le crisi sono precedute da alcuni segnali di avvertimento. Qual è la causa e come curarla?

Definizione: cos’è l’emicrania?

L’emicrania è una forma cronica di cefalea (mal di testa) e si manifesta attraverso delle crisi. La durata delle crisi di emicrania oscilla, in media, tra le 4 ore e i 3 giorni. Anche la loro frequenza è variabile. Questa patologia, più intensa rispetto al comune mal di testa, è spesso aggravata dalla luce e dal buio. Più del 12% della popolazione adulta è affetta da emicrania, le donne rappresentano il triplo degli uomini. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), si colloca al 20esimo posto nella classifica delle malattie che hanno conseguenze negative sulla qualità di vita.

Sintomi: come riconoscere un’emicrania?

Una crisi di emicrania si manifesta attraverso un intenso mal di testa. Il dolore è pulsante (sotto forma di pulsazioni) e coinvolge, generalmente, solo una parte della testa. È, solitamente, accompagnata da fotofobia (intolleranza alla luce) e da fonofobia (intolleranza al rumore). Possono manifestarsi anche dei sintomi digestivi, come nausee e conati di vomito.

In alcuni casi, la crisi è preceduta da segnali di avvertimento. Si parla, in questo caso, di emicrania con aura. Questo fenomeno neurologico può manifestarsi in diversi modi a seconda del paziente, ma rimane invariato per ogni individuo.

I disturbi visivi sono i più comuni. Si parla, quindi, di emicrania oftalmica. L’aura può manifestarsi anche attraverso difficoltà nel parlare, intorpidimento o formicolio in alcune parti del corpo e attraverso vertigini o problemi di equilibrio.

Cause dell’emicrania

L’emicrania è dovuta ad alcune reazioni a catena all’interno del sistema nervoso. Ciò porta ad un’infiammazione dei neuroni e ad una dilatazione dei vasi sanguigni del cervello che provocano la crisi. Si tratta di una malattia ereditaria, derivante quindi, da una predisposizione genetica.

Le crisi possono essere causate da diversi fattori:

-      un improvviso cambiamento di abitudini: stress, rilassamento improvviso, mancanza o eccesso di sonno, pasti saltati, mancanza o eccesso di attività fisica;

-      cambiamento meteorologico: pressione atmosferica;

-      cambiamento ormonale: ciclo mestruale, gravidanza;

-      consumo di alimenti eccitanti: caffeina, cioccolato, salumi, alcol, tabacco;

-      luci e rumori forti.

Rimedi: come alleviare l’emicrania?

Per alleviare l’emicrania durante una crisi, il medico prescrive, inizialmente, dei farmaci non specifici come analgesici o antinfiammatori non steroidei, da assumere il prima possibile. Se non dovessero avere effetto, vengono prescritti dei farmaci specifici, come i triptani.

Durante le crisi, è inoltre consigliabile stendersi in una stanza tranquilla e con poca luce, applicare un panno freddo sulla fronte e massaggiarsi il cuoio capelluto.

Leggi anche
Lamenta dolori addominali, quello che i medici trovano nel suo stomaco è incredibile

Questi consigli non curano l’emicrania ma riducono la frequenza e l’intensità delle crisi. Esistono diverse cure, ma la più comune è l’assunzione di betabloccanti, soprattutto se la causa è lo stress.

Giada Di Matteo
Nessuna connessione
Verificare i parametri