Mar Morto: il mare più salato del mondo rischia di scomparire in 30 anni

Mar Morto: il mare più salato del mondo rischia di scomparire in 30 anni

Il Mar Morto potrebbe sparire nel giro di qualche anno, lasciando al suo posto un immenso giacimento di sale.

Ampio 800 km2 e conosciuto per la sua alta concentrazione di sale, il Mar Morto permette a chi vi fa il bagno di galleggiare letteralmente sulla superficie dell’acqua, come sorretti da un salvagente gonfiabile invisibile.

 

Una distesa d’acqua destinata a sparire

Il lago salato del Medio Oriente è spartito tra Israele, Giordania e Palestina, e possiede una concentrazione di sale del 20%, ben sopra il 5% della maggior parte degli altri mari. Ecco perché non vi abita alcuna specie animale né vegetale.

Leggi anche
Un anaconda inghiotte un'enorme preda davanti alle telecamere

Ricco di minerali, il Mar Morto si sta asciugando molto velocemente a causa della dissoluzione degli strati di sale provocata dalla presenza di acqua dolce. Attualmente l’acqua si trova 400 metri al di sotto del livello del mare ed è considerato il luogo più basso della Terra.

Gli esperti stimano che evaporerà completamente da qui al 2050, lasciando dietro di sé soltanto una grossa distesa melmosa.

Giada Di Matteo
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri