La verità sulle canzoni postume di Michael Jackson

La verità sulle canzoni postume di Michael Jackson

Alla fine di una battaglia giudiziaria iniziata nel 2014, i fan del Re del Pop hanno fatto confessare la Sony.

I fan di Michael Jackson avevano ragione. Dopo anni di battaglia giudiziaria, lo scorso 21 agosto la Sony ha ammesso di non essere in grado di garantire l’autenticità di tre canzoni in particolare.

La causa in tribunale

Si tratta di tre canzoni incluse nell'album postumo “Michael” uscito nel 2010, un anno dopo la morte dell'artista.

Leggi anche
Ecco svelato il segreto della posizione di Michael Jackson nel video di Smooth Criminal

Dopo l’uscita dell'album, i fan e la famiglia del cantante avevano espresso dubbi in merito a queste canzoni, non riconoscendo la voce iconica del King of Pop in queste tre tracce. Ma hanno dovuto attendere fino al 2014, quando Vera Servoa, una fervente ammiratrice di Michael Jackson, si è presentata con un rapporto di esperti che approfondiva le contraddizioni di queste tre canzoni e ha fatto causa alla Sony, a Eddie Cascio (amico e produttore di Michael Jackson), alla società di produzione Angelikson e a James Porte, che sarebbe l’autore di queste tracce.

La confessione

Dopo un’indagine interna, la Sony avrebbe ammesso di non essere in grado di garantire l’autenticità delle tre canzoni...

Ti diamo tutti i dettagli sulla vicenda nel video! 

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri