Un giocatore marocchino furioso contro il VAR dopo l’eliminazione della sua squadra
Un giocatore marocchino furioso contro il VAR dopo l’eliminazione della sua squadra
Continua a leggere

Un giocatore marocchino furioso contro il VAR dopo l’eliminazione della sua squadra

Nordin Amrabat si è lasciato sfuggire qualche commento sul VAR dopo la partita contro la Spagna.

"Il VAR è una schifezza!”, è quanto possiamo leggere sulle labbra di Nordin Amrabat dopo la partita contro la Spagna.

Una polemica continua

Bisogna dire che l’utilizzo del VAR divide molto, in quanto può essere decisiva nel decretare la vittoria o la sconfitta di una squadra. È quanto ha sottolineato più volte Hervé Renard dopo la sconfitta contro il Portogallo.

Dall’altro lato, essa ha permesso di chiarire alcuni passaggi, come l’azione di Neymar contro il Costa Rica. L’arbitro ha verificato le immagini e ha deciso di non assegnare il rigore al Brasile.

Finale Mondiali 2018: l’arbitro fa pesanti rivelazioni sul rigore fischiato a favore della Francia
Leggi anche
Finale Mondiali 2018: l’arbitro fa pesanti rivelazioni sul rigore fischiato a favore della Francia

Il girone B, una questione di video

Ciò che preoccupa di più è senz’altro l’utilizzo un po’ eccessivo del VAR. All’interno del girone B, che vedeva scontrarsi Spagna, Portogallo, Marocco e Iran, il risultato di diverse partite è stato deciso grazie al (o a causa dei) video. L’Iran si è visto rifiutare un rigore per fuorigioco contro la Spagna; il Marocco “è stato vittima di una totale ingiustizia” contro il Portogallo, secondo Hervé Renard.

Ma cosa sarebbe successo se non ci fosse stata il VAR? Difficile pensare che la classifica di questo girone sarebbe stata la stessa.

Di Giada Di Matteo
Modificato
Nessuna connessione
Verificare i parametri