Dani Alves duramente criticato per la sua reazione alla morte di Astori

Dani Alves duramente criticato per la sua reazione alla morte di Astori

Le parole del giocatore brasiliano in controtendenza rispetto a quelle del resto del mondo calcistico.

 

Se il mondo del calcio ammutolisce ogni volta che la tragedia bussa alla sua porta, Dani Alves fa tutto il contrario, stando alle sue ultime dichiarazioni. Durante la conferenza stampa precedente all’incontro di Champions tra il PSG e il Real Madrid, il calciatore della squadra parigina ha ricordato l’italiano Davide Astori come “una persona straordinaria”, ma ha voluto relativizzare la sua morte.

Ex-compagno di squadra di Astori nella Juventus, Alves ha voluto ricordare che “tutti i giorni nel mondo, migliaia di bambini muoiono di fame e non ricevono tanta attenzione”. “Magari aveva raggiunto il suo scopo in questo mondo caotico ed è ora in un mondo migliore”, ha detto.

In seguito ha sfumato le sue parole, scusandosi perché non lo conosceva bene, “ma sono triste per la sua famiglia”, ha spiegato l’ex-blaugrana.

Leggi anche
Dichiarato clinicamente morto per 2 minuti, racconta ciò che ha visto

Il funerale di Davide Astori verrà celebrato giovedì 8 marzo alle ore 10 nella Basilica di Santa Croce a Firenze. Inoltre la UEFA ha annunciato che questa settimana verrà osservato un minuto di silenzio durante le partite di Champions League ed Europa League.

 

Giada Di Matteo
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri