New York: ossa umane emergono dall'acqua

New York: ossa umane emergono dall'acqua

A New York, un'incredibile isola dei morti sta cadendo a pezzi, rivelando gli scheletri anonimi di centinaia di persone.

"L'isola dei morti", a New York, è il più grande cimitero degli Stati Uniti: non meno di un milione di persone sono state sepolte lì per più di due secoli. Tuttavia, ultimamente l’isola di Hart sembra aver raggiunto i suoi limiti: disintegrandosi, le sue rive hanno rivelato gli scheletri anonimi della gente che ha trovato il riposo eterno in questo posto dalla ricca storia.

Un passato carico di fantasmi

L’isola di Hart, al largo del Bronx, ha una storia degna di un film horror. Mentre alcuni la chiamavano Isola di Heart a causa della sua (relativa) somiglianza con un cuore, altri affermano che hart ("cervo" in inglese antico) proviene dall'uso dell'isola come riserva di caccia. L'autore William Styron inventa la storia di un cervo che ha vissuto da solo sull'isola prima di essere ucciso da un cacciatore.

Dal suo acquisto da parte di immigrati europei agli Amerindi nel 1654, l'isola ha ospitato un manicomio per persone con disabilità o troppo povere per provvedere ai propri bisogni, un ospedale, delle prigioni, un campo di internamento durante la Guerra Civile, un campo di recupero e una base nucleare per il progetto Nike. Tante opportunità per legare all'isola un velo di leggende sordide e misteriose.

Quando i morti emergono

Tuttavia, sembrerebbe che non sia necessario usare l'immaginazione per portare l'isola nel regno della fantasia. Recentemente, il terreno di Hart Island ha iniziato a crollare, rivelando i resti di centinaia del milione di anonimi che sono stati sepolti lì. "Le ossa stanno letteralmente emergendo dalla terra", dice Melinda Hunt, direttrice dell’Hart Island Project. "Gli scheletri interi finiscono sulla spiaggia, dove la marea li porta via."

L'area, ribattezzata in modo non ufficiale “Bone's Beach”, è stata erosa da violente intemperie nel corso dei decenni fino a un punto critico. Di fronte all'impatto mediatico dell'incidente, i funzionari hanno deciso di prendere il controllo della situazione e hanno inviato una squadra di archeologi e lavoratori sul posto per ispezionare il cimitero.

Leggi anche
Questa donna ha il più grosso sedere del mondo

Sono già state scoperte 174 ossa, forse appartenenti a soldati falciati durante la Guerra Civile, ai poveri del manicomio o persino ai bambini nati morti, quando c’era ancora l'ospedale sull'isola. "Ognuna di queste ossa appartiene a un essere umano, a un newyorkese", afferma Mark Levine, membro del consiglio di Manhattan.

"La maggior parte di queste persone è stata emarginata e dimenticata dagli altri. Sono stati nuovamente sepolti e questo nuovo scavo è un colpo mortale alla loro dignità.” C'è da sperare che l'attenzione dei media sulla situazione di Hart Island permetta di compiere ulteriori lavori per impedire ai luoghi di continuare a vomitare i fantasmi del passato e permettere loro di sprofondare nelle acque della baia.

Scopri le immagini di questa isola "degli orrori" nel video! 

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri