José Mourinho: le conseguenze della sua provocazione ai tifosi della Juve

José Mourinho: le conseguenze della sua provocazione ai tifosi della Juve

Il Manchester United di José Mourinho ha sfidato la Juventus nella quarta giornata di Champions League. Dopo una partita portata avanti dalla squadra di Cristiano Ronaldo, il Manchester ha rimontato verso la fine (1-2). Lo “Special One” ha celebrato la sua vittoria provocando i tifosi della squadra avversaria.

José Mourinho è contento dei 3 punti che la sua squadra ha portato a casa. Il Manchester è adesso al secondo posto del gruppo H. Il risultato della partita non riflette però l’andamento, infatti, gli uomini di Massimiliano Allegri hanno dominato il match. Durante i festeggiamenti, Mourinho ha fatto un gesto provocatorio.

José Mourinho è diventato inopportuno?

Leggi anche
VIDEO: Una rissa in strada finisce male

Le opinioni sono contrastanti. 

No: Il tecnico portoghese è sempre stato così. Il suo soprannome “Special One” gli si addice perfettamente, in quanto è unico e solo. Ricorda a tutti che il calcio rimane uno sport e che è necessario provocare per far vivere gli incontri.

Dotato di uno stile inimitabile, è adulato e allo stesso tempo detestato. In occasione di un match ha puntato le sue tre dita verso il pubblico per ricordare a tutti i suoi record, soprattutto il triplete con l’Inter.

Sì: Mourinho reagisce sempre in questo modo, diventando irritante. Contro la Juve non è stata una vittoria molto meritata, per questo motivo poteva lasciar perdere le provocazioni. Ma, al contrario, si è messo la mano all’orecchio in segno di “I can’t hear you”. Un comportamento che lascia a desiderare e che riflette il suo carattere infantile.

Speriamo che il Manchester United si qualifichi per gli ottavi di finale di Champions. In quel caso, sarà oggetto di grandi insulti.

Ti diamo tutti i dettagli sulle conseguenze del gesto dell'allenatore nel video! 

• Lorenzo Vincenti
Continua a leggere