Grande polemica per i 30 anni dello slogan Nike
Grande polemica per i 30 anni dello slogan Nike
Continua a leggere

Grande polemica per i 30 anni dello slogan Nike

Nike ha deciso di farsi sentire per il trentesimo anniversario dello slogan “Just do it”. Scoprite cosa è successo nel video.

“Credete in qualcosa, anche se significa sacrificare tutto”, ecco il nuovo messaggio che accompagna il famoso slogan “Just do it” per i 30 anni della campagna Nike. E dietro queste parole forti la scelta molto contestata del nuovo volto delle locandine. Si tratta di un personaggio del mondo del football americano che ha fatto parlare di sé nel 2016. Sicuramente diverso dalle solite icone come Serena Williams e LeBron James, la nuova stella della Nike è il quaterback dei San Francisco 49ers.

Dopo la scelta da parte della compagnia, molti americani hanno deciso di reagire, non proprio in modo pacifico. Scoprite cosa è successo nel video!

L’America reagisce (più o meno)

L’eco di ciò che il giocatore in questione ha fatto risuona ancora oggi, dopo due anni, al momento di mostrare il suo volto per celebrare il marchio con la virgola. Ovviamente, le reazioni sono diverse e non tutto il paese segue Trump nella sua opposizione alla campagna pubblicitaria. Infatti, nel 2017, 200 giocatori dell’NFL avevano deciso di appoggiare il giocatore. Il presidente americano non ha tardato ad esprimere la sua opinione sulle locandine Nike: “Penso sia un messaggio terribile che (Nike) invia, un messaggio che non dovrebbe essere divulgato”.

Trump ha però cercato di calmare gli animi, ricordando che tutti abbiamo libertà d’espressione e di scelta, da una parte e dall'altra. In questo caso, forse solo in questo, ha ragione.

Cercate di capirne di più, guardando il video!

Di Eleonora Sanna
Modificato

Nessuna connessione
Verificare i parametri