In Australia, misteriose nuvole a forma di serpente confondono gli scienziati

In Australia, misteriose nuvole a forma di serpente confondono gli scienziati

In Australia, è possibile osservare uno dei fenomeni meteorologici più rari al mondo: incredibili nuvole a forma di serpente, che portano il nome di "gloria del mattino". Gli scienziati faticano ancora a spiegare i meccanismi della loro formazione.

Ornitorinchi, gigantesche formazioni rocciose... È risaputo che l'Australia è la patria di molte curiosità incredibili. Eccone una nuova: le "glorie del mattino", nuvole sorprendenti a forma di serpente. Sono tra i fenomeni meteorologici più rari al mondo e, fino ad oggi, gli scienziati non sono ancora a conoscenza dei meccanismi precisi alla base della loro apparizione.

Serpenti nel cielo

Queste formazioni insolite possono estendersi per circa 1.000 chilometri nel cielo e sono osservabili tra settembre e ottobre (durante la primavera australiana) nell'Australia settentrionale, nel Golfo di Carpentaria. "Qual è l'origine di queste lunghe e strane nuvole?" scrive la NASA sul suo sito web APOD. "Nessuno sa dirlo".

La nostra conoscenza di queste nuvole si riduce alle condizioni che precedono la loro apparizione. Il loro aspetto peculiare potrebbe derivare da un improvviso calo di temperatura, un picco di pressione e potenti venti marini. In queste circostanze, l'aria nella parte anteriore della nuvola sale rapidamente mentre quella nella parte posteriore scende, facendo sì che la nuvola "rotoli" per assumere una forma cilindrica.

Leggi anche
Gli scienziati del MIT hanno trovato un modo per rimpicciolire gli oggetti

Uno tsunami celeste

"Tubi d'aria lunghi e orizzontali circolano quando un flusso d'aria fredda e umida incontra uno strato di inversione, una zona atmosferica in cui la temperatura dell'aria aumenta atipicamente con l'altitudine", scrive la NASA. "Questi tubi e l'aria che li circonda possono causare pericolose turbolenze per gli aerei quando sono ben definiti."

Le glorie del mattino possono effettivamente spostarsi a una velocità di 10 o 20 metri al secondo, cioè circa 60 chilometri all'ora. Mentre nuove nuvole si formano continuamente nella parte anteriore del fronte, quelle nella parte posteriore si dissipano. Se i criteri specifici che portano alla loro formazione rimangono un mistero, queste nuvole rimangono uno spettacolo ineludibile e fanno la felicità degli appassionati di deltaplano che navigano sulle loro curve.

Scopri le rare immagini delle nubi australiane nel video! 

• Giada Di Matteo
Continua a leggere