Trump autorizzerà la caccia ai cuccioli di due specie protette

Trump autorizzerà la caccia ai cuccioli di due specie protette

Lo scorso 21 maggio l’amministrazione Trump ha proposto di rivedere una legge del 2015 che vieta la caccia dei grandi predatori nella Riserva Nazionale dell’Alaska, incluse le femmine gravide e i piccoli. La sua proposta è stata subito denunciata dalle associazioni ecologiste.

Consentire ai cacciatori di sterminare i grandi predatori, le femmine gravide e i piccoli nella Riserva Nazionale dell’Alaska: ecco il disegno di legge presentato dall’amministrazione Trump presso il Registro Federale il 22 maggio.

Una legge catastrofica

Se la legge verrà approvata, il Parco Nazionale non potrà più vietare la caccia sportiva e la cattura in un’area protetta di oltre 8 milioni di ettari!

Pertanto i servizi del Parco che fanno parte del Dipartimento dell’Interno hanno insistito sul fatto che la pratica della caccia potrebbe aumentare esponenzialmente, minacciando la salvaguardia di queste specie.

Reazioni a catena

«L’amministrazione Trump tocca nuovamente il fondo nell’ambito della tutela della biodiversità», ha dichiarato Jamie Rappaport Clark, presidente volontario dell’associazione Defenders of Wildlife.

La giustificazione di questa legge contrasta con l’obiettivo di un parco nazionale, ossia tutelare la fauna selvatica e le specie naturali», ha aggiunto.

Leggi anche
Birmania: le immagini scioccanti di un turista cinese che uccide un orso in gabbia

Fortunatamente non è detta l’ultima parola. La proposta di legge sarà sottoposta a una consultazione pubblica a partire dal 22 maggio che durerà sessanta giorni.

La nuova proposta dell’amministrazione Trump si aggiunge a una legge approvata nell’aprile 2017 oggetto di controversie, che autorizza la caccia dei grandi predatori adulti che vivono nelle Riserve Naturali dell’Alaska.

 

Leggi anche:

La foto degli stagisti con Trump ha provocato imbarazzo: capite perché? 

• Giada Di Matteo
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri