La madre di Osama Bin Laden parla per la prima volta

La madre di Osama Bin Laden parla per la prima volta

Per la prima volta dopo il terribile attentato dell’11 settembre 2001, la madre di Osama Bin Laden ha rilasciato una dichiarazione al Guardian, rompendo il silenzio.

Il Guardian ha intervistato per la prima volta Alia Ghanem, la madre di Osama Bin Laden, jihadista e leader della rete terroristica di Al-Qaida. Bin Laden, che rivendicò gli attentati alle Torri Gemelle di New York dell’11 settembre 2001, fu ucciso il 2 maggio 2011 in Pakistan dai soldati americani. Il giornalista Martin Chulov ha intervistato la famiglia di Bin Laden, una delle più ricche dell'Arabia Saudita.

Leggi anche
Robert O'Neill descrive il momento in cui ha ucciso Osama Bin Laden

Osama Bin Laden è stato indottrinato alla fine degli Anni Settanta

Nel suo salotto, in compagnia di Ahmad e Hassan, i fratellastri di Osama, di Mohammed al-Attas, patrigno del terrorista, e di un agente del governo, Alia ha dichiarato: "La mia vita era difficile perché lui era lontano da me", aggiungendo che il ragazzo timido e brillante a scuola "le voleva tanto bene".

A suo parere, Bin Laden è stato indottrinato alla fine degli Anni Settanta all'università di Jeddah, dove incontrò il suo mentore Abdullah Azzam, membro dei Fratelli Musulmani. E così si è radicalizzato. 

"Lo ama a tal punto che rifiuta di incolparlo"

Dopo aver combattuto contro i russi in Afghanistan negli Anni Ottanta, ha guidato alcuni soldati durante la guerra, finiti nell'organizzazione terroristica di Al-Qaida.

Quando la famiglia ha saputo della sua radicalizzazione, "eravamo molto arrabbiati", ha dichiarato Alia Ghanem: "Non volevo che accadesse".

Ma poi la mamma di Bin Laden si è lasciata andare a commenti amorevoli sul figlio che hanno fatto rabbrividire anche i fratellastri del defunto terrorista...

Scopri tutta l'intervista nel video! 

• Tommaso Longhi
Continua a leggere