Perché il pallone nel calcio è bianco e nero?

Perché il pallone nel calcio è bianco e nero?

Di tutti i tifosi di calcio, quanti conoscono l’origine del pallone che si usa in questo sport?

Il primo pallone da calcio moderno era composto da 32 lembi di cuoio neri e bianchi. Fu introdotto in occasione del Campionato d’Europa del 1968 con l’appellativo di Telstar Elast, ed è stato designato quale pallone ufficiale in occasione della Coppa del mondo del 1970 in Messico.

La televisione ha avuto un ruolo fondamentale nella diffusione del Telstar (come viene chiamato comunemente). A partire dal 1966, le partite inglesi sono trasmesse in diretta televisiva. Allora si utilizzava lo Slazenger Challenge, un pallone di colore rosso-arancione.

Leggi anche
Finale Mondiali 2018: l’arbitro fa pesanti rivelazioni sul rigore fischiato a favore della Francia

Una piccola rivoluzione 

Fa allora la sua comparsa il Telstar, invenzione della Adidas: ha una forma che gli permette di rotolare meglio e che rende le sue traiettorie più prevedibili. Mentre lo Slazenger Challenge era più simile ad un pallone da pallavolo, il Telstar ha infatti la forma di un icosaedro troncato, figura individuata da Archimede nel III secolo a.C. Quest’ultimo è stato impiegato per circa 30 anni, prima di essere rimpiazzato da nuovi modelli sempre più aerodinamici.

Ma quale fu il motivo che spinse il calcio di allora a cambiare modello di pallone? 

Giada Di Matteo
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri