Vitiligine: cause e trattamento di questa malattia della pelle
Vitiligine: cause, sintomi, cura, trattamento

Vitiligine: cause, sintomi, cura, trattamento

Di Giada Di Matteo
Modificato

La vitiligine è una malattia comune della pelle che si manifesta con la comparsa di macchie bianche. Colpisce soprattutto il viso, le braccia e le mani. Qual è il trattamento e quali sono le cause?

Definizione: cos’è la vitiligine?

La vitiligine è una malattia della pelle caratterizzata dalla comparsa di macchie bianche. Questa depigmentazione si spiega con la scomparsa di melanociti, cellule che si occupano della produzione di melanina, il principale pigmento della pelle.

Si distinguono molte forme di vitiligine. La vitiligine generalizzata presenta alcune macchie più o meno simmetriche su entrambi i lati del corpo. L’evoluzione è imprevedibile. La vitiligine segmentale presenta una o due macchie in un punto ben delimitato. Questa forma colpisce soprattutto i bambini e gli adolescenti. La vitiligine universale si diffonde rapidamente e interessa tutto il corpo.

Non è contagiosa, è relativamente comune e interessa tra l’1 e il 2% della popolazione circa.

Sintomi della vitiligine

Il sintomo caratteristico della vitiligine è la comparsa di macchie bianche sulla pelle. Non sono dolorose e di solito non provocano prurito o bruciore. Le dimensioni possono variare enormemente, da qualche millimetro a diversi centimetri. Le aree del corpo più colpite sono le mani, i piedi, le braccia e il viso.

L’evoluzione della vitiligine avviene molto spesso in fasi e in modo imprevedibile. Le macchie possono estendersi e regredire senza che ci sia un’apparente ragione.

Cause della vitiligine

La vitiligine è una malattia complessa, le cui cause sono ancora abbastanza sconosciute. Ci sarebbe un fattore genetico all’origine della scomparsa dei melanociti. Alcuni studi hanno dimostrato che almeno una decina di geni possono essere associati alla vitiligine. Inoltre, nel 30% dei casi circa, ci sono antecedenti familiari.

Molti fattori di rischio possono causare la comparsa della malattia come traumi emotivi, stress intenso, ferite o colpi di sole. Anche una malattia auto-immune potrebbe provocare la vitiligine: la persona colpita produce anticorpi che attaccano i melanociti.

Trattamento della vitiligine

L’obiettivo del trattamento della vitiligine è la repigmentazione delle aree del corpo decolorate. Sono disponibili molte tecniche. La fototerapia consiste in un’irradiazione della pelle con ultravioletti B, che stimolano i melanociti ancora presenti nell’organismo. Questo metodo è utilizzato soprattutto in caso di forme generalizzate di vitiligine. Un trattamento a base di ultravioletti A può essere proposto ma risulta essere più vincolante e meno efficace.

La repigmentazione può essere effettuata anche tramite l’uso di creme o pomate a base di corticosteroidi. Bisogna applicarle sulla pelle dopo la comparsa delle macchie. La loro efficacia non è costante nel tempo. Nei casi più estremi, si può ricorrere a un trapianto di pelle.


En plus
Nessuna connessione
Verificare i parametri