Candidato belga non può fare campagna elettorale su Facebook per via del suo nome

Candidato belga non può fare campagna elettorale su Facebook per via del suo nome

Questo candidato alle elezioni della camera di Lobbes, città vallona in Belgio, non può iscriversi a Facebook con il suo vero nome perché considerato offensivo. La storia del belga di 26 anni ha attraversato le frontiere. Scopri cos'ha di strano il suo cognome nel video!

Alcuni anni fa un candidato socialista della località di Hennuyère, è diventato famoso per il suo cognome, abbiamo saputo delle sue difficoltà sui social.

Alcune persone lo trovano divertente, ma al candidato, molto conosciuto in città, non importa. “Personalmente non mi interessa, ma la mancanza di rispetto delle persone, che si sentono molto forti dietro un computer, è davvero sconcertante e non mi sorprende che persone più deboli possano provare istinti suicidi”, ha dichiarato al giornale Sudpress.

Un caso mediatico 

Come gli altri, il candidato alle elezioni del 14 ottobre a Lobbes è in campagna elettorale e si sta facendo conoscere. Obiettivo raggiunto, è fatta: il cognome del politico di 26 anni ha attraversato i confini nazionali. Il Daily Mail ha dedicato un articolo al belga.

Leggi anche
Quanto guadagna Matteo Salvini? Ecco la cifra record

L'uomo, di nome Luc, ha dovuto cambiare il cognome su Facebook perché considerato molto offensivo e, di conseguenza, non viene accettato dal social. 

“Non rinuncio a Facebook solo perché il social non mi ha accettato...non ho mai pensato di cambiare cognome, neppure quando andavo a scuola, non mi ha mai dato fastidio. A volte succede che persone appena conosciute non mi credano all’inizio, ma questo è tutto” ha dichiarato.

Scopri il cognome che ha causato tanti problemi a questo candidato belga nel video!

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri