La sua pelle è diventata nera dopo essere stato morso da un ragno nel suo giardino

La sua pelle è diventata nera dopo essere stato morso da un ragno nel suo giardino

Un idraulico londinese di 33 anni è stato morso da una falsa vedova che ha trovato nel giardino. Il morso del ragno l’ha fatto sentire come se fosse stato "colpito da un fulmine" e poco dopo, la pelle del collo è diventata completamente nera.

Per alcuni anni, il Regno Unito è stato vittima di una certa invasione di ragni. Il loro nome? Steatoda nobilis. Questa specie è stata anche soprannominata la "falsa vedova" a causa del suo addome scuro con un segno molto chiaro, simile a quello di una vedova nera. Tuttavia, è possibile distinguerli perché la falsa vedova ha lunghe zampe arancioni.

Anche se raramente misurano più di 15 millimetri di lunghezza, è un ragno velenoso, quindi devi stare attento. Sunil Dade, un idraulico di 33 anni, ha vissuto un'esperienza dolorosa con uno di questi ragni dopo averlo trovato nel giardino dei suoi genitori nella parte occidentale di Londra. Stava togliendo i vestiti dal filo per stendere e li gettava sopra la spalla quando ha sentito un dolore intenso vicino alla testa.

Come essere "colpito da un fulmine"

"Mi sono rotto due vertebre in un incidente, sono stato punto da un'ape - nulla in confronto a questo, è stato un milione di volte peggio. È stato come se fossi stato colpito da un fulmine", ha spiegato Sunil Dade al Daily Mail. Il dolore è stato rapidamente seguito da altri sintomi.

“Le mie gambe, le mie braccia, hanno iniziato a tremare in modo incontrollabile. Sono entrato di corsa in casa piangendo e urlando per chiedere aiuto a mio fratello minore, Sandeep, che ha 25 anni," ha continuato. Quando ha guardato sotto la sua felpa, suo fratello ha notato un piccolo ragno con le zampe lunghe e un addome abbastanza impressionante.

"Ho visto ragni con le zampe più lunghe, ma questo aveva un grosso corpo nero, con parti bianche e grigie, e aveva queste zanne. Solo più tardi ho guardato su internet e ho scoperto che era un velenoso ragno falsa vedova", ha affermato. Non appena hanno visto il ragno, l'uomo e suo fratello hanno iniziato ad agire.

Un'enorme macchia scura

Hanno fatto pressione sull'area in cui era stato morso per cercare di far uscire il più possibile il veleno e Sunil Dade ha pensato che il dolore sarebbe passato, ma non è stato così. Il giorno dopo, le sue condizioni erano peggiorate. Quindi, è andato dai medici che lo hanno mandato direttamente al pronto soccorso. Una volta lì, gli hanno prescritto degli antibiotici, ma questo non ha impedito al veleno di agire.

A poco a poco, la pelle del suo collo ha iniziato a scurirsi fino a che non è spuntata una macchia scura non più piccola di 15 centimetri. Ci sono voluti alcuni giorni prima che la pelle nera iniziasse a staccarsi. Oggi il collo di Sunil Dade è ancora rosso, ha ancora difficoltà a dormire e non è ancora riuscito a tornare al lavoro.

Morsi abbastanza seri

"Non avevo paura dei ragni prima, ma ora sì," ha detto. Le false vedove hanno la reputazione di dare morsi dolorosi, ma gli effetti del loro veleno variano da una persona all'altra. Alcuni provano solo un rossore temporaneo, mentre altri provano un'intensa sensazione di bruciore, generalmente sentendosi male e persino svenendo.

In caso di reazione allergica, i sintomi possono essere ancora più gravi. I media hanno riportato casi in cui i britannici hanno sofferto di un intenso gonfiore agli arti dopo essere stati morsi da una falsa vedova. Ecco perché gli specialisti incoraggiano tutti coloro che pensano di essere stati morsi da questo tipo di ragno a consultare un medico.

Tuttavia, fino ad ora non ci sono stati morti registrate a causa dello Steatoda nobilis. Originario delle isole Canarie, il ragno è stato introdotto in molti paesi come l'Inghilterra, la Francia e la Spagna, che hanno poi colonizzato.

Leggi anche
La Corea del Nord rilascia lo studente americano tenuto prigioniero, ma arriva a casa in terribili condizioni

Guarda il video qui sopra per vedere i risultati terrificanti del morso...

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri