Acido ascorbico, vitamina C: effetti, fonti, carenza, di che si tratta?
Acido ascorbico, vitamina C: effetti, fonti, carenza, di che si tratta?

Acido ascorbico, vitamina C: effetti, fonti, carenza, di che si tratta?

Più comunemente chiamato vitamina C, l’acido ascorbico è un acido organico che partecipa a numerosi processi organici e metabolici dell’organismo umano. È naturalmente presente in frutta e verdura ed è noto per le proprietà antiossidanti.

Cos’è l’acido ascorbico?

Si tratta di una vitamina idrosolubile indispensabile al buon funzionamento dell’organismo umano. Questo composto organico non è sintetizzato dall’organismo e proviene principalmente dall’alimentazione, partecipando alle funzioni e ai meccanismi seguenti:

- Attività antiossidante per contrasto dei radicali liberi

- Assorbimento di ferro e di ferro non emico

- Partecipazione alla sintesi del collagene

- Rafforzamento della parete delle strutture sanguigne

- Difesa contro virus e batteri

- Eliminazione di sostanze cancerogene

- Azione cicatrizzante…

Quali sono gli apporti giornalieri raccomandati?

Gli apporti medi di vitamina C raccomandati sono i seguenti:

- 77 mg/giorno per i bambini tra 3 e 17 anni

- 93 mg/giorno per gli adulti

Gli sportivi a livello agonistico presentano fabbisogni di acido ascorbico maggiori (da 800 a 1000 mg) come le donne incinte (80 g). In caso di infezione, con un apporto supplementare si può guarire più rapidamente.

Quali sono i rischi di una carenza di acido ascorbico?

I deficit lievi e moderati di acido ascorbico sono abbastanza frequenti. Una carenza di vitamina C può causare i seguenti segni clinici: assenza di appetito, perdita di peso, grande fatica, ipersensibilità alle malattie virali, lenta cicatrizzazione delle ferite, dolori articolari…

Una dieta non equilibrata è di solito la causa di una carenza di acido ascorbico, che può dipendere anche da un disturbo di natura digestiva.

Quali alimenti contengono acido ascorbico?

Le principali fonti di acido ascorbico sono frutta e soprattutto agrumi. In seconda posizione ci sono le verdure. Per beneficiare al meglio della vitamina C presente in questi alimenti, è meglio non cuocere frutta e verdura, perché la cottura riduce in modo esponenziale le qualità nutritive. Per coprire i fabbisogni giornalieri raccomandati, è necessario consumare 500 g di frutta e verdura al giorno.

Quali sono le malattie legate all’acido ascorbico?

La principale malattia causata da una carenza di acido ascorbico è lo scorbuto. Questa patologia è stata eradicata in Italia perché molti prodotti industriali vengono arricchiti con vitamina C.

Lo scorbuto è una malattia grave se non curata tempestivamente, che può alterare le funzioni normalmente svolte dall’acido ascorbico. Si possono quindi manifestare un rigonfiamento dei tessuti, emorragie, caduta dei denti e a lungo andare può provocare la morte.

Di Giada Di Matteo
Modificato

Nessuna connessione
Verificare i parametri