Fibromialgia: sintomi, trattamento, cause, diagnosi, di che si tratta?
Fibromialgia: sintomi, trattamento, cause, diagnosi, di che si tratta?

Fibromialgia: sintomi, trattamento, cause, diagnosi, di che si tratta?

Di Giada Di Matteo
Modificato

La fibromialgia è una sindrome che provoca principalmente dolori articolari e muscolari. È oggetto di numerose ricerche e le sue cause sono sconosciute. La diagnosi risulta ancora oggi difficile e il trattamento è sintomatico.

Definizione: cos’è la fibromialgia?

La fibromialgia, o sindrome fibromialgica, è una sindrome caratterizzata da dolori muscolari e articolari, grande fatica e disturbi del sonno. È stimato che, in media, tra il 2 e il 10% della popolazione mondiale ne soffra. Le donne ne sono più colpite (nell’80% dei casi), di solito tra i 30 e i 60 anni.

La fibromialgia non è una malattia grave. Infatti, non comporta alcuna complicazione seria per il corpo umano e non porta alla perdita di autonomia. Tuttavia, risulta estremamente invalidante e difficile da sopportare.

È necessario distinguere tra la fibromialgia e la sindrome della fatica cronica (o encefalomielite mialgica). Presentano gli stessi sintomi e sono difficili da distinguere. In caso di fibromialgia, i dolori saranno più forti, mentre in caso di sindrome della fatica cronica a predominare sarà appunto la grande fatica.

Sintomi della fibromialgia

Il sintomo principale della fibromialgia è la presenza di dolori diffusi e di intorpidimento dei muscoli. I dolori interessano generalmente collo e spalle, ma possono presentarsi in altri punti. Si registrano anche disturbi del sonno che portano, la maggior parte delle volte, a una fatica intensa per tutta la giornata. Si tratta di problemi non risolvibili con il riposo a letto.

Allo stesso modo, possono comparire sintomi meno caratteristici:

- emicranie e mal di testa

- intestino irritabile (costipazione, diarrea, dolori addominali)

- disturbi cognitivi minori (problemi di concentrazione o memoria)

- umore instabile

- stato depressivo

- acufeni

- gambe pesanti

Cause della fibromialgia

La fibromialgia è ancora abbastanza sconosciuta. Infatti, le cause della comparsa dei sintomi purtroppo si ignorano. I ricercatori non hanno ancora scoperto quali infiammazioni o lesioni permettano di spiegarle.

Diversi studi hanno avanzato numerose ipotesi come un’ipersensibilità al dolore, un’anomalia del sistema nervoso centrale, un’anomalia muscolare o un’infezione virale.

Diagnosi della fibromialgia

La diagnosi della fibromialgia è difficile da porre perché non esiste un esame medico specifico per questa malattia. Inoltre, la diversità dei sintomi e le loro somiglianze rispetto ad altre sindromi non rendono semplice il compito. La fibromialgia è quindi spesso diagnosticata molto tardi.

Il medico si basa su un esame fisico ma anche su antecedenti medici per porre la diagnosi. Vengono esaminati diciotto punti sensibili caratteristici della fibromialgia, in cui il dolore è più intenso. Se il paziente presenta dolore in almeno undici di questi punti, siamo di fronte a un caso di fibromialgia. Tuttavia, questo numero è del tutto arbitrario e quindi causa un dibattito tra i medici.

Trattamento: cosa fare in caso di fibromialgia?

Non esiste alcun trattamento efficace per sconfiggere la fibromialgia. Al contrario, vi sono dei metodi per placare il dolore provocato dalla sindrome. Alcuni farmaci come analgesici (morfina) o antidepressivi vengono spesso prescritti dai medici.

Alcuni trattamenti non farmacologici potrebbero essere efficaci allo stesso modo. Si consiglia di fare esercizio fisico, ad esempio aerobica, di rilassarsi o di seguire una cura termale. I bagni in acque calde possono, infatti, alleviare rapidamente il dolore.


Nessuna connessione
Verificare i parametri