La sindrome di Asperger: sintomi, diagnosi, trattamento, in adulti e bambini

Cos'è la sindrome di Asperger? Quali sono i sintomi? Come si effettua la diagnosi? Come si cura?

La sindrome di Asperger è un disturbo, imparentato con l’autismo, caratterizzato generalmente da difficoltà nella comunicazione e nelle relazioni sociali.

Definizione: cos’è la sindrome di Asperger?

La sindrome di Asperger è un disturbo imparentato con l’autismo. È uno dei DSA (Disturbi dello Spettro Autistico) o DPS (Disturbo Pervasivo dello Sviluppo) caratterizzati da problemi di comunicazione e relazione sociale. D’altra parte, non equivale a un deficit intellettivo o a un problema del linguaggio.

La sindrome di Asperger appare durante l’infanzia e i bambini ne soffrono molto di più che le bambine. Si contano circa 500 000 casi nel mondo.

Sintomi della sindrome di Asperger

La sindrome di Asperger si manifesta attraverso i seguenti segni clinici:

-          difficoltà di comunicazione e difficoltà nella comprensione delle situazioni sociali (gesti, regole sociali tacite)

-          interessi limitati: tendenza all’ossessione in un ambito specifico

-          goffaggine: movimenti ripetitivi e poco controllati

-          ipersensibilità (iperacusia): difficoltà a sopportare gli ambienti rumorosi

-          attaccamento alla routine: difficoltà a sopportare l’imprevisto

-          vocabolario sviluppato grazie a una buona memoria.

Diagnosi della sindrome di Asperger

La sindrome di Asperger è molto difficile da diagnosticare a causa dell’assenza di deficit mentali. Infatti, i sintomi possono essere associati a disturbi del comportamento, del linguaggio o dello sviluppo differenti.

I primi segni della sindrome di Asperger sono visibili dai primi mesi o anni di vita (assenza di interazioni sociali a 1 anno, mancato uso della parola a 18 mesi, perdita di linguaggio…). Tuttavia, la diagnosi della sindrome di Asperger avviene di solito dopo l’età di 10 anni. Viene effettuata con l’aiuto di test specifici, osservazioni, a un bilancio ortofonico così come attraverso incontri con la famiglia e la scuola.

Trattamento della sindrome di Asperger

Leggi anche
Ecco ciò che succede al tuo corpo se non bevi alcol per un mese

Purtroppo non esiste una cura per la sindrome di Asperger, ma un accompagnamento multidisciplinare può limitarne le difficoltà. Si può trattare di una rieducazione ortofonica, di una terapia comportamentale o di una terapia psicologica.

È possibile, inoltre, usufruire di un trattamento medico per diminuire i disturbi autistici.

La sindrome di Asperger negli adulti

In età adulta, la sindrome di Asperger è caratterizzata dagli stessi sintomi tipici della comparsa durante l’infanzia. Poiché la disabilità non è visibile a prima vista, le relazioni con persone che si incrociano tutti i giorni possono dimostrarsi complicate.

Per facilitare l’inserimento all’interno della società delle persone che soffrono di questo disturbo è possibile usufruire di un accompagnamento da adattare in base al livello di autonomia del paziente.

Giada Di Matteo
Nessuna connessione
Verificare i parametri