La sindrome di Raynaud: trattamento, cause, diagnosi, di che si tratta?

Cos'è la sindrome di Raynaud? Quali sono le cause? Quali farmaci bisogna assumere?

La sindrome di Raynaud è un problema della circolazione sanguigna che interessa generalmente le dita delle mani o dei piedi.

Definizione: cos’è la sindrome di Raynaud?

La sindrome di Raynaud è un problema della circolazione sanguigna. Consiste nell’arresto della circolazione sanguigna a livello delle estremità, soprattutto nelle dita delle mani e dei piedi (ma a volte anche naso o orecchie), che diventano bianche.

Diversamente dal fenomeno di Raynaud, spesso benigno, la sindrome di Raynaud può avere gravi ripercussioni. Può anche provocare una deformazione permanente delle dita o, nei casi più gravi, un’ulcera.

Sintomi della sindrome di Raynaud

La sindrome di Raynaud si manifesta sotto forma di crisi facilmente identificabili grazie ai segni caratteristici che sono:

-          cambiamento della colorazione della regione interessata in tre fasi: bianco, blu e rosso.

-          raffreddamento

-          intorpidimento

-          perdita di sensibilità

-          dolori

È importante rivolgersi a un medico se questi sintomi appaiono, perché possa diagnosticare la sindrome di Raynaud.

Cause della sindrome di Raynaud

La sindrome di Raynaud è la forma secondaria del fenomeno di Raynaud. L’apparizione è strettamente legata a un’altra malattia come la sclerodermia, il lupus, l’artrite reumatoide o l’aterosclerosi.

L’inizio di una crisi della sindrome di Raynaud si verifica dopo un contatto diretto con il freddo, ad esempio quando si prende qualcosa dal congelatore.

Prevenzione della sindrome di Raynaud

Per evitare l’apparizione di una crisi della sindrome di Raynaud, è consigliato rispettare una serie di regole come proteggersi dal freddo (vestirsi a strati, portare cappello e guanti) ed evitare i bruschi cambiamenti di temperatura. Allo stesso modo, è importante saper gestire lo stress, che può innescare la malattia, e soprattutto smettere di bere caffè e di fumare. Infatti, il tabacco può causare il restringimento dei vasi sanguigni.

Trattamento: cosa fare nel caso di una crisi?

Leggi anche
Vuoi vivere a lungo? Ecco le cinque abitudini per vivere 10 anni di più

In caso di una crisi della sindrome di Raynaud, è importante mettersi al caldo, per limitare gli spasmi. Per riscaldare le estremità interessate, è possibile metterle sotto l’acqua tiepida. Attenzione, l’acqua troppo calda sarebbe troppo forte.

Inoltre, per ritrovare una buona circolazione sanguigna, è consigliato muovere il più possibile le dita delle mani o dei piedi.

• Giada Di Matteo
Nessuna connessione
Verificare i parametri