Malattia di Basedow: sintomi, trattamento, cause, di che si tratta?

Malattia di Basedow, Malattia di Graves: sintomi, cause, cura

La malattia di Basedow, anche chiamata malattia di Graves, è una malattia autoimmune della tiroide. È la causa più frequente dell’ipertiroidismo.

Definizione: cos’è la malattia di Basedow

La malattia di Basedow, anche chiamata malattia di Graves, è una malattia autoimmune della tiroide. È la causa più frequente di ipertiroidismo (80% dei casi), cioè una produzione eccessiva di ormoni da parte della ghiandola tiroidea.

La malattia di Basedow colpisce circa l’1% della popolazione, la maggior parte donne (in media 6 donne per un uomo). Compare soprattutto in chi ha tra i 20 e i 50 anni.

Sintomi della malattia di Basedow

La malattia di Basedow presenta i sintomi dell’ipertiroidismo e alcuni segni clinici caratteristici.

L’ipertiroidismo si manifesta con la comparsa di un gozzo a livello del collo, perdita di peso, aumento della frequenza cardiaca, perdita di capelli, iperattività nervosa o feci frequenti.

Ciò che di solito permette di distinguere la malattia di Basedow dalle altre malattie tiroidee è una fuoriuscita degli occhi dalle orbite chiamata esoftalmo. È molto spesso bilaterale (cioè interessa entrambi gli occhi) e la sua progressione può essere rapida o lenta.

Cause della malattia di Basedow

La malattia di Basedow è una malattia autoimmune. È quindi il sistema immunitario ad esserne responsabile. Esso produce anticorpi anomali che attaccano il sistema stesso fissandosi sulla ghiandola tiroidea e stimolando la liberazione di ormoni tiroidei. Allo stesso tempo, questi anticorpi impediscono alla TSH di giocare il suo ruolo regolatore di ormoni.

Leggi anche
Ecco ciò che succede al tuo corpo se non bevi alcol per un mese

Diverse cause possono essere all’origine della malattia di Basedow. Alcuni fattori genetici (antecedenti familiari) o ambientali possono avere un ruolo nella comparsa della malattia. Anche un cambiamento ormonale può avere un ruolo. È soprattutto il caso di gravidanza, menopausa o di pubertà.

In alcuni casi, uno choc emotivo o psicologico può spiegare la manifestazione della malattia di Basedow.

Trattamento della malattia di Basedow

Il trattamento della malattia di Basedow si basa sulla prescrizione di farmaci antitiroidei come il carbimazolo per 12-18 mesi. Ciò permette di limitare la produzione di ormoni tiroidei nel sangue per ritrovare un tasso normale. Sono spesso associati ad ormoni di sintesi per evitare l’ipotiroidismo.

Un trattamento chirurgico è sempre possibile. Consiste nell’ablazione della tiroide in caso di gozzo troppo voluminoso. Un altro metodo detto radicale può essere utilizzato: l’assunzione dello iodio radioattivo. È amministrato sotto forma di capsule rigide durante diverse settimane.

Giada Di Matteo
Nessuna connessione
Verificare i parametri