Poliartrite reumatoide: sintomi, trattamento, diagnosi, di che si tratta?
Poliartrite reumatoide: sintomi, trattamento, diagnosi, di che si tratta?

Poliartrite reumatoide: sintomi, trattamento, diagnosi, di che si tratta?

La poliartrite reumatoide è una malattia infiammatoria cronica che interessa diverse articolazioni. Quali sono i sintomi e qual è il trattamento?

Definizione: cos’è la poliartrite reumatoide?

La poliartrite reumatoide è un malattia infiammatoria cronica (artrite) che interessa diverse articolazioni. È una malattia autoimmune, cioè le difese immunitarie (anticorpi) aggrediscono l’organismo invece di difenderlo.

L’infiammazione avviene a livello della membrana sinoviale, la membrana che circonda le articolazioni.

La poliartrite reumatoide colpisce circa lo 0,25% della popolazione, di cui il totale delle donne affette è tre volte quello degli uomini. Il picco di frequenza è intorno alla quarantina. Si tratta del reumatismo infiammatorio cronico più frequente.

Sintomi della poliartrite reumatoide

I primi segni di una poliartrite reumatoide sono dolori articolari. Sono particolarmente forti a tarda notte e possono causare un risveglio notturno che causa grande fatica. Possono essere accompagnati da rigidità mattutina che persiste per almeno 30 minuti.

La malattia evolve in crisi di intensità variabile nel corso delle quali si accumula del liquido a livello della membrana sinoviale. Le articolazioni sono gonfie e dolorose. I dolori sono generalmente simmetrici (sui due lati del corpo) e toccano almeno tre punti a livello delle mani, delle dita o dei piedi.

Nel corso dell’evoluzione della poliartrite, possono essere colpite anche altre articolazioni: ginocchio, anche, spalle, gomiti…

Cause della poliartrite reumatoide

La causa della poliartrite reumatoide è ancora sconosciuta. Tuttavia, molti fattori di rischio sembrano favorire la comparsa della malattia:

- predisposizione genetica

- fumo

- choc psicologico

- obesità

- cambiamenti ormonali (menopausa ad esempio)

- disfunzione del sistema immunitario

Trattamento della poliartrite reumatoide

Sono stati fatti importanti progetti nell’ambito del trattamento della poliartrite reumatoide. Se si presenta presto, è ormai possibile fermarne l’evoluzione. Il trattamento farmacologico della poliartrite comprende l’assunzione di analgesici per calmare il dolore, di antiinfiammatori per trattare la rigidità mattutina o corticoidi. Essi sono associati a un trattamento di base adattato ad ogni paziente.

Con l’evoluzione della poliartrite, a volte sono necessari interventi chirurgici. Si può trattare di sostituzione dell’articolazione lesionata o di una sinoviectomia, un’operazione che consiste nell’asportazione, parziale o totale, della membrana sinoviale colpita.

Inoltre, si raccomanda di seguire sedute di riabilitazione tenute da specialisti (fisioterapisti, ergoterapisti) e se necessario, richiedere un aiuto psicologico.

Di Giada Di Matteo
Modificato

Nessuna connessione
Verificare i parametri