Ascoltate il canto di Saturno e della sua luna Encelado registrato dalla sonda Cassini

Ascoltate il canto di Saturno e della sua luna Encelado registrato dalla sonda Cassini

Nel suo percorso attorno a Saturno la sonda Cassini ha registrato le onde che si propagano nel plasma che circonda il pianeta e la sua luna Encelado. Un gruppo di ricercatori ha poi trasformato questi segnali in maniera da renderli udibili per l’uomo: il risultato è uno strano canto, molto diverso dai suoni che potremmo udire sul nostro pianeta.

Dei suoni strani, sinistri e incantevoli allo stesso tempo, sono la musica diffusa dalla quest’estate dalla NASA. A produrla non è stata né una persona né un’intelligenza artificialema.. un pianeta! Ce la descrivono gli astronomi dell’università di Iowa in un articolo pubblicato nella rivista Geophysical Research Letters.

La "voce" di Saturno 

La sonda Cassini, lanciata in orbita nel 1997, ha rilevato un’interazione molto particolare tra il pianeta e la sua luna. Tra i due corpi infatti avviene uno scambio di plasma, guidato da una forte attività elettromagnetica. Le linee del campo magnetico vanno da Saturno a Encelado, formando una sorta di circuito elettrico in cui si spostano le cariche e gli ioni. Queste migrazioni di plasma generano delle onde radio, registrate appunto da uno degli apparecchi installati sulla sonda Cassini: il Radio Plasma Wave Science (RPWS).

Leggi anche
Uno strano fenomeno filmato in un lago degli USA

Le caratteristiche del segnale sono state poi modificate dagli astronomi al fine di renderle udibile dall’uomo. La frequenza delle oscillazioni è stata ridotta e la durata della registrazione è stata portata da 16 minuti a 30 secondi. Eccovene un assaggio!

• Giada Di Matteo
Continua a leggere