La sindrome di Lyell: definizione, sintomi, cause, trattamento, di che si tratta?

Cos'è la sindrome di Lyell? Quali sono i sintomi? Come si cura? Quali sono le cause?

La sindrome di Lyell è una grave malattia della pelle dovuta a una allergia da farmaci. È caratterizzata da una distruzione violenta della parte superficiale della pelle e da un distacco dell’epidermide. La sindrome di Lyell è una malattia mortale.

Definizione della sindrome di Lyell

La sindrome di Lyell è una malattia dermatologica acuta e grave che provoca una distruzione dell’epidermide, con conseguenze simili ad una bruciatura di secondo grado della pelle.

Quest’allergia da farmaci grave e dolorosa attacca anche le membrane mucose della bocca, degli occhi e degli organi genitali. La sindrome di Lyell è molto rara e interessa solo due persone su un milione all'anno. Può riguardare i bambini come gli adulti.

Sintomi della sindrome di Lyell

L’apparizione della sindrome di Lyell è improvvisa e imprevedibile. Spesso i primi sintomi sono febbre e presenza di bolle sulla pelle e sulle mucose. Le lesioni durano circa cinque giorni e al minimo sfregamento l’epidermide si distacca e lascia spazio al derma rosso e umido.

I primi sintomi della sindrome di Lyell possono far pensare a un'eruzione virale, come la varicella, ma la rapida comparsa di nuovi sintomi sarà un vero e proprio campanello d'allarme. Ecco una lista di tutti questi sintomi:

-          Rossore sul viso e sul corpo (l’eruzione inizia spesso sul viso e nella parte superiore del tronco per estendersi rapidamente al corpo)

-          Erosione delle membrane mucose (bocca, occhi, ano, organi genitali)

-          Comparsa di vesciche e bolle piene di liquido

-          Lo scoppio delle bolle e il distacco dell’epidermide fanno comparire una pelle rosso vivo che sembra bruciata (bruciatura di secondo grado)

-          Febbre alta

-          Grande fatica

-          Disidratazione

Cause della sindrome di Lyell

La causa più frequente della sindrome di Lyell è un’allergia da farmaci. Alcuni farmaci come gli antiinfiammatori (ad esempio ibuprofene), aspirina, alcuni antibiotici o antiepilettici possono provocare la comparsa della malattia.

Alcune malattie come il lupus eritematoso sistemico, l’HIV, il cancro o anche la radioterapia aumentano il rischio di sviluppare la sindrome di Lyell. In casi molto rari non si è riusciti a risalire ad alcun farmaco sospetto come causa della malattia.

Trattamento della sindrome di Lyell

Quando viene diagnosticata la sindrome di Lyell, il paziente è immediatamente ospedalizzato d’urgenza, spesso in rianimazione e a volte nel reparto dei grandi ustionati.

Leggi anche
Ecco ciò che succede al tuo corpo se non bevi alcol per un mese

Si procede quindi alla reidratazione tramite flebo e, qualora fossero interessate le membrane mucose della bocca, è necessaria anche l’alimentazione attraverso sonda gastrica.

Il ritmo respiratorio verrà sorvegliato scrupolosamente e la pelle sarà medicata di continuo.

La sindrome di Lyell può essere fatale del 20-25% dei casi. In caso di guarigione, tuttavia, la metà avrà dei postumi come anomalie della pigmentazione della pelle o a livello della vista.

Eleonora Sanna
Nessuna connessione
Verificare i parametri