Un incredibile smeraldo scoperto in una miniera dello Zambia

Un incredibile smeraldo scoperto in una miniera dello Zambia

All'inizio del mese, è stata fatta una scoperta eccezionale in una miniera dello Zambia: quella di uno smeraldo con colori e trasparenze ineguagliabili, ma anche, e soprattutto, una massa fuori dall'ordinario!

La mattina del 2 ottobre rimarrà probabilmente per sempre nella memoria di questi due specialisti. Intorno alle 10:15, il geologo Debapriya Rakshit, accompagnato dal minore Richard Kapeta, ha trovato una vera pepita. Niente oro, certo, ma un minerale che fa parte del circolo chiuso delle pietre preziose - lo smeraldo - e che, soprattutto, si è rivelato uno dei più preziosi al mondo.

Il suo nome: "Inkalamu", letteralmente smeraldo "Leone". Una denominazione derivata dalla lingua Bemba e ereditata da quella del re degli animali, che risulta essere quanto meno legittima... La gemma pesa infatti poco più di un chilogrammo, per non meno di 5.655 carati.

Leggi anche
La meravigliosa Finestra Azzurra è scomparsa

Caratteristiche eccezionali per Inkalamu, scoperto in una miniera altrettanto straordinaria: il giacimento a cielo aperto di Kagem in Zambia, il più grande complesso minerario di smeraldi del mondo.

Una grande scoperta

La scoperta di questa eccezionale pietra preziosa è un momento estremamente importante per noi e per il mondo degli smeraldi in generale”, commenta Elena Basaglia, specialista di gemme, che lavora per conto dell'azienda Gemfields, che possiede il 75% del sito dello Zambia, mentre il restante 25% è di proprietà del governo.

Oltre alle sue insolite misure, lo smeraldo colpisce per i suoi riflessi quasi "soprannaturali". “Questo cristallo di smeraldo dello Zambia [possiede] una trasparenza notevole e un tono verde dorato perfettamente bilanciato”, ha detto il comunicato pubblicato da Gemfields. Una qualità prodigiosa peculiare del deposito da cui proviene.

“Siamo di fronte ad un impressionante aumento della domanda di smeraldi dello Zambia di alta qualità da alcuni dei marchi leader a livello mondiale, specialmente in Europa. Tutti ammirano il colore intenso e la trasparenza unica delle nostre gemme, qualità che li rendono unici tra [gli altri] smeraldi”, assicura Elena Basaglia.

Aste promettenti...

Queste caratteristiche uniche, abbinate alle eccezionali dimensioni di Inkalamu, saranno sicuramente interessanti per gli acquirenti, che si riuniranno per un'asta organizzata da Gemfields il prossimo novembre a Singapore.

Il prezzo al quale sarà aggiudicato questo gioiello rimane molto difficile da stimare. Soprattutto perché la gemma di poco più di un chilogrammo non dovrebbe essere venduta così com'è. “Speriamo di poter ottenere molti smeraldi di alta qualità dal cristallo Inkalamu”, si aspetta il direttore delle vendite di Gemfields, Adrian Banks.

Una prospettiva comunque lontana dall'essere sicura, secondo la stessa ammissione dell'esperto: “Data la rarità della scoperta di un tale smeraldo, è anche del tutto immaginabile che l'acquirente scelga di acquistarlo [interamente] come investimento”. Un potenziale investimento impresso con il sigillo dell'etica.

Una parte sarà donata a progetti di conservazione

In un settore particolarmente favorevole alle pratiche illegali, deleterie per gli esseri umani e l'ambiente, Gemfields ha assunto impegni per proteggere la fauna locale. “Gemfields donerà il 10% dell'ammontare dell'asta a due organizzazioni per la protezione dei carnivori africani”, ha detto la società nel comunicato.

Pratiche e origini virtuose inscritte nel cuore della pietra preziosa, grazie a una tecnica all'avanguardia per garantire la tracciabilità della gemma utilizzando nanoparticelle incluse nella sua struttura. “Quindi, qualsiasi acquirente di Inkamalu avrà la tranquillità di sapere che il suo bellissimo smeraldo proviene da una fonte gestita in modo responsabile”, conclude Gemfields.

Scopri di più nel video! 

• Giada Di Matteo
Continua a leggere