La sindrome delle gambe senza riposo: trattamento, sintomi, diagnosi

Cos'è la sindrome delle gambe senza riposo? Come si cura? Perché non riesco a smettere di muovere le gambe?

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo neurologico caratterizzato dal bisogno incontenibile di muovere le gambe.

Definizione: cos’è la sindrome delle gambe senza riposo?

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo neurologico caratterizzato dal bisogno incontenibile di muovere le gambe. Si manifesta molto spesso la sera e la notte, quando si è a riposo.

La sindrome delle gambe senza riposo è chiamata anche sindrome di Willis-Ekbom o impazienza nelle gambe. Interessa tra il 2 e il 15% della popolazione mondiale e l’8,5% in Francia, di cui la maggior parte sono donne.

Sintomi della sindrome delle gambe senza riposo

Il segno clinico tipico della sindrome delle gambe senza riposo è il bisogno di muovere le gambe. È generalmente accompagnato da prurito, formicolio, dolore o intorpidimento. Queste sensazioni fastidiose sono alleviate dal movimento delle gambe. Ciò può riguardare una sola gamba o entrambe e, in alcuni casi, si estende alle braccia.

I sintomi della sindrome delle gambe senza riposo appaiono generalmente la sera, quando ci si stende. È possibile inoltre notare, nell’80% dei casi, la presenza di movimenti involontari delle gambe (movimenti periodici nel sonno). Ciò provoca, la maggior parte delle volte, insonnia cronica che durante il giorno causa grande fatica.

Cause della sindrome delle gambe senza riposo

L’origine della sindrome delle gambe senza riposo è poco conosciuta. Tuttavia, sappiamo che essa è legata a due fattori: carenza di ferro (con o senza anemia) e carenza di dopamina nel cervello e nel midollo spinale.

La forma primaria, o comune, della sindrome delle gambe senza riposo ha un’origine genetica. La forma secondaria, d’altra parte, può avere diverse cause:

-          diabete

-          sclerosi multipla

-          insufficienza renale

-          poliartrite reumatoide

-          fibromialgia

-          gravidanza

-          alcuni medicinali

-          consumo di tabacco o alcol

Diagnosi della sindrome delle gambe senza riposo

Per fare una diagnosi, il medico si basa sull’analisi dei sintomi, degli antecedenti familiari e degli antecedenti medici. Per approfondire, è possibile procedere con analisi del sangue o con test muscolari oppure con un’osservazione del sonno sotto polisonnografia, un apparecchio che permette di registrare l’attività mentre si dorme.

Cura della sindrome delle gambe senza riposo

Leggi anche
Dorme solo 4 ore a notte per testare gli effetti della mancanza di sonno

In primo luogo, è importante determinare la causa della sindrome delle gambe senza riposo per trattarla in modo efficace, ad esempio attraverso integratori di ferro. Nel caso di una forma leggera di malattia, uno stile di vita sano può essere sufficiente come unico trattamento. È comunque raccomandato di andare a letto e svegliarsi sempre alla stessa ora, di fare esercizio fisico, di mantenere un’alimentazione equilibrata e di evitare alcol e caffè.

Se ciò non è sufficiente, è possibile prescrivere alcuni medicinali. Si tratta di dopaminergici utili a ovviare alla carenza di dopamina. Nonostante non portino alla guarigione, aiutano a minimizzarne i sintomi e a dormire meglio.

Cosa fare in caso di sindrome delle gambe senza riposo?

Alcuni accorgimenti possono aiutare ad alleviare i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo:

-          alzarsi e camminare per qualche minuto

-          massaggiare le gambe

-          applicare delle bende

-          concentrare la propria attenzione su altre attività.

Giada Di Matteo
Nessuna connessione
Verificare i parametri