Una mappa interattiva ricostruisce la Terra di 750 milioni di anni fa
Una mappa interattiva ricostruisce la Terra di 750 milioni di anni fa
Una mappa interattiva ricostruisce la Terra di 750 milioni di anni fa
Continua a leggere

Una mappa interattiva ricostruisce la Terra di 750 milioni di anni fa

Una fantastica carta interattiva mostra come sarebbe apparsa la Terra centinaia di milioni di anni fa.

Come sarebbe stato il vostro quartiere se vi aveste vissuto… 750 milioni di anni fa? A questa domanda un po’ strampalata può rispondere una mappa interattiva creata dall’ingegnere Ian Webster.

Sono stupefatto dal lavoro dei geologi, che hanno raccolto così tanti dati da permettermi di individuare l’ubicazione esatta della mia casa 750 milioni di anni fa”, dice l’informatico. La carta permette infatti di viaggiare indietro nel tempo e di rivivere numerosissimi momenti fondamentali della storia della Terra: l’apparizione delle prime forme di vita pluricellulari, dei primi vertebrati, la schiusura dei primi fiori, l’estinzione dei dinosauri, la nascita dei primi ominidi, o ancora degli insetti.

Un gioco, in pratica... ma basato su solidi dati scientifici

Lo sviluppatore di questo strumento interattivo in 3D ha tratto le informazioni necessarie dal software GPlates, un sistema di informazione geografica che permette di ricostruire i movimenti delle placche tettoniche dalla loro formazione ad oggi.

Circa 400 milioni di anni fa, le terre emerse erano suddivise in due soli continenti primitivi: la Laurasia e il Gondwana. I due blocchi si sono progressivamente avvicinati, fino a formare, poco meno di 300 milioni di anni fa, in un unico enorme continente: la Pangea.

Nel tempo si è giunti alla conformazione delle terre che conosciamo oggi, cioè di sette continenti separati che, tuttavia, non hanno cessato di muoversi.

Un pianeta in costante evoluzione

Risultato: da qui a 250 milioni di anni si potrebbe giungere alla formazione di un nuovo supercontinente dall’incontro di America, Eurasia e Africa: l’ultima Pangea.

In attesa di poter verificare questa ipotesi, grazie alla nuova carta geologica interattiva è possibile viaggiare nel passato.

Di Giada Di Matteo
Modificato

Nessuna connessione
Verificare i parametri