Un Tyrannosaurus rex avrebbe davvero potuto uccidere un umano?

Un Tyrannosaurus rex avrebbe davvero potuto uccidere un umano?

Alcuni scienziati tedeschi sono riusciti a mettere a punto un modello capace di determinare la velocità degli animali in base alla loro taglia. Un umano riuscirebbe a scappare se inseguito da un Tyrannosaurus rex? Scopri la risposta nel video!

Tutti hanno in mente le scene di Jurassic park in cui gli eroi corrono il più veloce possibile per scappare dai T-rex. Ma queste scene non rispecchierebbero per nulla la realtà. Almeno, è ciò che afferma un nuovo studio pubblicato su Nature Ecology & Evolution.

Velocità e dimensioni

L’obiettivo dello studio tedesco era quello di stabilire il legame tra velocità di un animale e le sue dimensioni. In questo contesto, gli scienziati del Centro tedesco di ricerca integrativa della biodiversità (iDiv) di Leipzig hanno esaminato 474 specie, dal mollusco alla balena.

Leggi anche
La lotta incredibile tra un elefante e un ippopotamo

Da queste osservazioni, sono riusciti a mettere a punto un modello in grado di determinare “le velocità massime degli animali con una precisione di circa il 90%”, basandosi sulla loro dimensione, ha spiegato la dott. Myriam Hirt che dirige lo studio. La grande sorpresa è che questo modello sembra funzionare per tutti gli animali dalla mosca agli squali, passando per i mammiferi e gli uccelli.

Una curva inversa

Per muoversi rapidamente è necessaria grande energia. Inoltre, lo scatto si fa in condizioni anaerobiche, cioè senza l’apporto di ossigeno, ma unicamente a partire dagli zuccheri conservati nel corpo. Si tratta, tuttavia, di un’energia che termina rapidamente. “Mentre in teoria, i grandi animali potrebbero essere più rapidi, l’energia e i tempi necessari perché il loro corpo dia un’accelerazione li penalizza”, spiega la zoologa.

Grazie a questo modello, gli scienziati hanno osservato che, nei piccoli animali, un aumento di taglia è associato ad un aumento di velocità, mentre oltre una certa dimensione, la curva si inverte: più gli animali sono grandi, più perdono in velocità. “Se la progressione fosse lineare, gli elefanti dovrebbero andare a 600 km/h”, mentre raggiungono una quarantina di km/h.

Quindi, gli animali di taglia piccola o media riescono ad accelerare rapidamente e hanno il tempo necessario per raggiungere la loro velocità massima senza stancarsi completamente. Al contrario, i grandi animali impiegano più tempo ad accelerare e la loro energia finisce prima di aver raggiunto il massimo della velocità.

Corri T-rex, corri

Per quanto riguarda il caro, vecchio T-rex, lo studio si è ispirato ad altre ricerche precedenti. Un altro studio preso in considerazione è quello pubblicato sulla rivista PeerJ dai ricercatori dell’Università di Manchester (Regno Unito).

L’équipe si è servita di un modello di simulazione e di tecniche biomeccaniche che hanno permesso di stabilire a quale velocità corresse il T-rex.

Guardate il video per scoprite qual era la velocità massima del dinosauro e se l'uomo avrebbe avuto una chance di sopravvivere!

• Giada Di Matteo
Continua a leggere