Dopo aver contratto questa malattia, il membro si è staccato

Dopo aver contratto questa malattia, il membro si è staccato

Un uomo ha perso parte del pene « naturalmente », un caso quasi unico al mondo. Tutti i dettagli nel video.

Un uomo di 65 anni ha perso parte del suo apparato genitale, due settimane dopo un intervento per rimuovere le cellule tumorali presenti nel collo.

Gli effetti nefasti di un catetere inserito male

I sessantenne ha subito un’operazione in seguito ad un cancro sviluppatosi nel collo. Secondo il resoconto dei medici, nei 10 giorni successivi all’operazione, l’uomo ha notato la colorazione nerastra del pene. Presso il King George’s Medical University Hospital di Lucknow, in India, i medici hanno realizzato che il malcapitato aveva sviluppato un’infezione a seguito di un inserimento improprio del catetere (tubo inserito nel meato urinario, la sonda di Folley, utile al drenaggio della vescica).

Leggi anche
Non si aspettavano di pescare un pesce così enorme

Durante l’operazione, l’interno del condotto sarebbe stato danneggiato e l’uomo avrebbe contratto una cancrena di Fournier, tipo di necrosi che colpisce i genitali esterni e il perineo, in particolare lo scroto. Due settimane dopo, i chirurghi hanno tentato di rimuovere il tessuto incancrenito e il pene è caduto.

Un caso estremamente raro

Si tratta di un caso rarissimo a cui i medici hanno potuto assistere; sarebbe il terzo documentato. Il sessantenne ora starebbe meglio e urinerebbe col supporto di un tubo. Secondo il dott. Siddharta Pandey : « il cancro avrebbe contribuito a determinare la cancrena ».

Il medico ha detto che il sistema immunitario del malato era debole a causa dell’operazione subita recentemente e dell’età che sarebbe stato un ulteriore fattore sfavorevole. Nonostante la caduta del pene, il paziente, secondo il medico, starebbe bene.

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri