Era convinto di avere una semplice "pancia da birra", ma si trattava di altro

Era convinto di avere una semplice "pancia da birra", ma si trattava di altro

Attenti alle apparenze! Per diversi anni un californiano è stato deriso per la sua "pancia da birra". Fin quando una TAC ha rivelato che questo sovrappeso addominale era dovuto a qualcosa ben più serio.

Come dice il famoso proverbio, "le apparenze spesso ingannano". E non è Hector Hernandez che lo contraddirà. Il caso di questo californiano di 47 anni è stato rivelato in un articolo del Washington Post.

Aumento di peso diagnosticato male

"Sono sempre stato un uomo corpulento", ha confidato al famoso giornale americano. Questo è il motivo per cui non ha prestato troppa attenzione al suo aumento di peso nel corso degli ultimi due anni. Ma quando si è accorto che le sue braccia e le gambe sembravano restringersi visivamente mentre il suo stomaco cresceva, ha iniziato a farsi delle domande. Inoltre, gli sguardi sconcertati degli sconosciuti per strada di fronte ai suoi 137 chili e le lamentele dei suoi parenti per la sua "pancia da bevitore di birra", “anche se consumo questa bevanda molto raramente" hanno fatto aumentare le sue domande.

Quando ha cominciato a soffrire di bruciori di stomaco, stitichezza e si è reso conto che a volte aveva difficoltà a riprendere fiatoha deciso di consultare un medico. Il primo dottore che l’ha esaminato si è limitato a spazzar via le sue preoccupazioni spiegandogli che "ognuno ha una diversa distribuzione del peso fisico." "Così ho pensato che ero solo grosso", spiega Hector Hernandez.

Non era colpa della birra!

Leggi anche
Alexander Smith dice di tornare dal futuro e lo prova mostrando una foto

Ma constatando che il suo stomaco era "pesante e duro al tatto," il quarantenne ha voluto un secondo parere. Dopo aver analizzato una scansione i medici hanno potuto effettivamente confermare che l'origine del gonfiore era qualcosa di ben più grave che poteva costargli la vita!

Ti diamo tutti i dettagli sulla vicenda nel video! 

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri