La straordinaria storia di Albert, il pulcino nato dall'uovo di un supermercato

La straordinaria storia di Albert, il pulcino nato dall'uovo di un supermercato

Albert è una quaglia diversa dalle altre. Questo pulcino è nato grazie ad Alwyn Wils, un olandese curioso di sapere cosa succede mettendo le uova del supermercato in un’incubatrice. Ti mostriamo tutto nel video!

È possibile ottenere un pulcino covando un uovo acquistato in un supermercato? A questa domanda regolarmente posta dai bambini, gli adulti rispondono in senso negativo e per una buona ragione, poiché è comunemente ritenuto che le uova in vendita non sono fecondate.

Non completamente convinto da questa teoria, Alwyn Wils ha deciso di condurre l'esperimento. Il quarantacinquenne residente ad Haarlem ha messo una dozzina di uova di quaglia comprate in supermercato della catena olandese Albert Heijn.

Una bellissima esperienza

Le uova sono state lasciate per venti giorni a una temperatura costante di 37,5 °C e, per quanto incredibile possa sembrare, un pulcino è nato proprio da questa curiosa covata. Presente al momento della schiusa, Alwyn Wils ha ora assunto il ruolo di "mamma chioccia".

Ha chiamato la piccola quaglia "Albert" e se ne prende cura in modo molto coscienzioso. Gli ha persino dedicato un canale YouTube chiamato "A Chick Called Albert", che racconta regolarmente le avventure del piccolo uccello. Tramite vari video pubblicati da Alwyn Wils, possiamo vedere la nascita di Albert, il suo primo bagno o ancora il suo primo volo.

Un caso estremamente raro

Secondo gli olandesi, "Albert è un caso su un milione". In effetti, le uova selezionate per la vendita di solito non contengono embrioni. Sono deposte da quaglie, presumibilmente non fecondate.

Mentre la maggior parte delle aziende agricole riunisce per questo scopo solo delle femmine, alcuni possono avere un maschio o due ogni 100 femmine. Questo rapporto consente di assicurare al gruppo condizioni migliori e all'allevatore una resa ottimale. Questa situazione, tuttavia, presuppone la fertilizzazione accidentale e questo è probabilmente il modo in cui Albert è stato concepito.

Ma la refrigerazione e il transito dopo che l’uovo è stato desposto non hanno ucciso l'embrione in via di sviluppo? No, secondo Maurice Pitesky, professore di medicina veterinaria all'Università della California, intervistato dal blog The Plate. Anche se le basse temperature bloccano il processo di sviluppo, non uccidono l'embrione.

Leggi anche
I ricercatori fanno una terribile scoperta nel ventre di un capodoglio spiaggiato

Alwyn Wils, almeno è particolarmente soddisfatto della sua esperienza e del suo nuovo compagno. "I miei amici e la mia famiglia trovano Albert molto simpatico e pensano che sia una grande lezione: niente è impossibile se ti dai una possibilità", conclude.

Ti mostriamo la straordinaria nascita di Albert nel video!  

• Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri