VIDEO: la vespa che trasforma le sue prede in zombie
VIDEO: la vespa che trasforma le sue prede in zombie
VIDEO: la vespa che trasforma le sue prede in zombie
Continua a leggere

VIDEO: la vespa che trasforma le sue prede in zombie

Gli zombie non esistono solo nei film horror. La vespa smeraldo ha la reputazione di sottomettere gli scarafaggi alla propria volontà grazie ad alcuni morsi diretti proprio al cervello.

Combattere contro le creature che trasformano le proprie vittime in zombie sembra qualcosa da film horror. Ma come sappiamo, la natura è ricca di sorprese. Un ricercatore ha ripreso l’insolito combattimento tra le vespe parassitoidi e gli scarafaggi, con l’obiettivo di analizzare le tecniche di difesa di questi ultimi contro il nemico. Il suo articolo “Come non essere trasformato in zombie” si può trovare sulla rivista Brain, Behavior and Evolution.

Il sinistro rituale della vespa smeraldo

La vespa smeraldo (Ampulex compressa) non è di buona compagnia per gli scarafaggi. Dopo una puntura sul torace che paralizza temporaneamente la vittima e le impedisce di difendersi, punge una seconda volta in due aree specifiche del cervello, provocando un cambio nel comportamento dello scarafaggio.

Nel frattempo, la vespa costruisce una tana dove porterà a termine il resto del suo piano raccapricciante. Porta lo scarafaggio ancora vivo nel rifugio improvvisato, fissa un uovo alla base di una delle zampe della preda e la sotterra con foglie e ghiaia. A questo punto inizia il vero orrore.

Quando l’uovo si rompe, la larva va in cerca di cibo. Prima si nutre di emolinfa (l’equivalente del sangue nei vertebrati) dello scarafaggio, successivamente entra nel suo addome per divorarlo da dentro. Questo pasto da brividi dura circa un mese. Si dice che la vespa sia “endoparassitoide”.

Esperimenti con scarafaggi e vespe

A partire da questo momento, non è difficile indovinare perché gli scarafaggi vogliano proteggersi contro questa sorte. Kenneth Catania dell’Università di Vanderbilt a Nashville, da parte sua, vorrebbe studiare le sue strategie difensive, usando una serie impressionante di lotte riprese a rallentatore. In totale, il ricercatore ha registrato 55 attacchi.

In 28 casi, gli scarafaggi non sembravano individuare la minaccia direttamente, la vespa ha impiegato circa 11 secondi per avvicinarglisi. Le vittime più attente non hanno smesso di lottare con le zampe posteriori e con le spine tibiali. 17 scarafaggi sono riusciti a sopravvivere alla vespa per tre minuti, considerato da Catania un successo.

Le spettacolari lotte tra vespe e scarafaggi hanno avuto luogo al chiuso, gli scarafaggi avrebbero avuto la possibilità di scappare se fosse stato aperto. Queste lotte permettono ai ricercatori di capire di più sul comportamento degli insetti, ma anche su come le vespe controllino il cervello della vittima trasformandola in zombie.

Guarda le immagini della lotta impressionante tra la vespa e lo scarafaggio nel video!

Di Paola Gentile

Nessuna connessione
Verificare i parametri