L'Etna, il vulcano più alto d'Europa, è uno dei più attivi al mondo
L'Etna, il vulcano più alto d'Europa, è uno dei più attivi al mondo
L'Etna, il vulcano più alto d'Europa, è uno dei più attivi al mondo
Continua a leggere

L'Etna, il vulcano più alto d'Europa, è uno dei più attivi al mondo

Di Giada Di Matteo
Modificato

L’Etna si trova in Sicilia, nei pressi di Catania, ed è il vulcano più alto d’Europa. Con le sue frequenti eruzioni, è uno dei vulcani più famosi e attivi del mondo.

L’Etna si trova in Sicilia, nei pressi di Catania, la seconda città più popolata della regione. Con i suoi 3330 metri di altezza, è il vulcano attivo più alto d’Europa. Supera il Ponta do Pico (2350 m) nell’arcipelago portoghese delle Açores e il Beerenberg (2270 m) che si trova in Norvegia.

L'Etna, circa cento eruzioni dall’inizio del XX secolo

L’Etna ha circa 500.000 anni ed è uno stratovulcano con eruzioni frequenti. È considerato il vulcano più attivo d'Europa. Le prime testimonianze della sua attività risalgono all'Antichità e l’eruzione più potente si verificò nel 1669.

Tali eruzioni hanno distrutto una parte della cima e la lava colata da una spaccatura situata sul fianco del vulcano ha raggiunto il mare e la città di Catania provocando danni enormi ma, fortunatamente, nessuna vittima. Sin dal XVII secolo, l'Etna ha un’attività pressoché costante.

In base alle stime, dall’inizio del XX secolo ci sono state circa cento eruzioni di debole o moderata intensità. Secondo il sito Global Volcanism Program della Smithsonian Institution, l’ultima eruzione rilevante si è verificata nell’ottobre del 2002.

Eruzioni effusive ed esplosive

Ci sono diversi tipi di eruzioni, come quelle esplosive a partire dalla cima, che provocano enormi nuvole di fumo. E poi ci sono le colate di lava, meno frequenti, a partire dalla spaccatura vicino alla cima o sui fianchi del vulcano.

L'Etna è considerato uno dei vulcani più pericolosi del mondo a causa della sua attività e della vicinanza a un centro abitato. Secondo gli specialisti, le colate di lava sono lente, ma non abbastanza per sorprendere gli abitanti. Tuttavia, possono distruggere ampie zone ed edifici.

Le nuvole di cenere possono essere pericolose per il traffico aereo. Ecco perché l'attività dell'Etna è costantemente monitorata. In caso di importanti eruzioni, le zone e i paesi vicini vengono evacuati per sicurezza.

È possibile visitare l’Etna?

Dal 2013 l'Etna fa parte del Patrimonio dell'UNESCO per la sua importanza geologica, culturale e pedagogica. Il sito comprende un’area non abitata di 19.237 ettari che include le zone più alte del monte, dove vivono importanti ecosistemi, la flora e la fauna, nonché paesaggi straordinari che attirano tantissimi turisti.

Quindi l'Etna è una delle destinazioni più visitate della Sicilia. Anche se ci sono poche infrastrutture, è possibile avventurarsi sui fianchi del vulcano e scoprire i suoi crateri. Ci sono sentieri di montagna ed escursionistici. Alcune compagnie propongono escursioni a piedi, in auto e altre attività come lo sci nei pressi della cima.

Tuttavia, occorre un’importante vigilanza a causa della frequente attività dell'Etna. Quindi bisogna consultare le condizioni meteorologiche e l'attività eruttiva prima dell’escursione. In caso di allerta, le visite possono essere sospese.


Nessuna connessione
Verificare i parametri