Mauna Ulu: gli geologi svelano le immagini d’archivio di una spettacolare eruzione vulcanica

Di Paola Gentile
Modificato
Mauna Ulu: gli geologi svelano le immagini d’archivio di una spettacolare eruzione vulcanica
Mauna Ulu: gli geologi svelano le immagini d’archivio di una spettacolare eruzione vulcanica

L’istituto di studi geologici degli Stati Uniti ha appena postato sui social una splendida serie di scatti realizzati negli anni ’70. Grazie a questi archivi inediti, gli scienziati americani ridanno vita a una delle più spettacolari eruzioni avvenute nelle Hawaii. Sulle pendici del Kilauea, un cono vulcanico ha proiettato la propria lava senza interruzione per quasi cinque anni e in un modo molto particolare: una cupola di varie decine di metri di altezza, perfettamente rotonda e simmetrica. Un evento naturale molto raro.

Anche gli scienziati hanno diritto ai loro momenti di nostalgia. Il 29 marzo scorso, alcuni ricercatori dell’USGS, l’Istituto di studi geologici degli USA, hanno postato una serie di foto impressionanti, realizzate a partire dal 1969, in occasione dell’eruzione di un vulcano hawaiano.

Grazie all’hashtag “Throwback Thursday” (#TBT), letteralmente il “giovedì del ritorno indietro”, le responsabili dell’istituto hanno reso possibile agli utenti dei social di rivivere uno degli eventi eruttivi più importanti di sempre.

Le premesse di uno spettacolo interminabile

Tutto ha avuto inizio nel maggio 1969, quando un brusio sordo è stato avvertito vicino al Kilauea, il più grande vulcano dell’arcipelago delle Hawaii, negli Stati Uniti. Poco tempo dopo, la lava ha iniziato a fuoriuscire dal Mauna Ulu, uno dei coni vulcanici situati sulle pendici Est dell’edificio principale. Il punto di partenza di un fenomeno di una durata eccezionale.

L’eruzione si è, infatti, prolungata, per ben 1774 giorni, fino all’estate del 1974. In totale, si tratta di quasi 350 milioni di metri cubi di roccia in fusione che il cono vulcanico avrebbe fatto fuoriuscire in poco più di cinque anni. Un record, perché un evento del genere non si era mai verificato da almeno 2200 anni.

Una cupola fuori dal comune

Solitamente le eruzioni producono dei getti di lava, simili a fontane di fiamme, mentre il Mauna Ulu ha formato una magnifica cupola di lava dalla forma quasi perfetta. “La fontana a cupola misura quasi 20 metri di altezza. Le fontane a cupola simmetriche come queste, sono molto rare”, sottolineano gli scienziati che commentano uno dei loro scatti.

In alcuni momenti, la cupola di lava raggiunge quasi 75 metri di altezza. Un’altezza impressionante per questo tipo di geometria ma che il Mauna Ulu è riuscito a superare durante un’eruzione di tipo diverso ma sempre spettacolare. Il 25 giugno 1969, un immenso getto di rocce fuse è stato espulso dal cratere, raggiungendo un’altezza di 220 metri.

Poco più tardi, il 5 agosto, i fiotti di lava hanno assunto un volto diverso, sgorgando da un altro cratere chiamato Alae, sotto forma di cascate di un centinaio di metri di altezza.

Ritorno al riposo

Dopo questa serie ininterrotta di eventi spettacolari, terminata nel 1974, il Kilauea è entrato in una fase di riposo. Un sonno relativo che è terminato solo 9 anni più tardi, in occasione dell’eruzione del Pu‘u ‘?’?, un altro cono vulcanico situato sui fianchi del Kilauea e tutt’ora attivo. Ad oggi, il vulcano hawaiano è descritto come uno dei più attivi del mondo, avendo conosciuto una cinquantina di eruzioni solo nel XX secolo.

Questo spettacolo naturale affascina ancora i fotografi, le cui splendide foto permettono di rivivere negli anni altri momenti nostalgici.

Nessuna connessione
Verificare i parametri